Domenica, 09 Maggio 2021

Siamo felici che la discussione politica negli ultimi mesi, dominati dal dibattito sul Recovery Fund, abbia toccato un tema così importante come quello del dissesto idrogeologico, problema che riguarda, anche se in maniera differente, tanto il centro storico quanto l’abitato di Marconia.

Finalmente la Galleria S. Rocco è tornata completamente illuminata. Per la soddisfazione soprattutto degli automobilisti che ogni giorno l’attraversano e che più volte ci avevano segnalato il non poco disagio nell’attraversamento, per lo spegnimento di diversi punti luce lungo a destra e sinistra di tutto il percorso dei circa 1400 metri che dalla via Cammarelle - S. Donato, raggiunge la zona di Pozzitelli e la Valle.

Forse la documentazione fotografica non spiega a dovere l’importanza delle nuove fenditure che da qualche giorno si notano su un lato di una curva della circonvallazione Cammarelle, all’altezza di proprietà Giannone - D’Onofrio.

Per chi transita da quelle parti, sono più che evidenti. Fenditure che fanno seguito ad altre vicine e più a monte, longitudinali e trasversali, con lieve abbassamento della carreggiata, che noi già ci preoccupammo di segnalare a gennaio dello scorso anno.

Dopo questa nuova segnalazione, a nostro modesto parere, di una importanza per niente trascurabile, sarebbe ovvio provvedere con una certa urgenza a verificare l’entità di quanto segnalato, atteso che ci troviamo di fronte ad una arteria strategica che unisce la periferia  dell’ abitato con il resto della città. In particolare il tratto di strada parte da via Vespucci, nella zona dei terminal bus e  si collega alla nuova bretella che congiunge la Galleria S. Rocco e prosegue per tutta la zona Cammarelle fino alla piazzetta “G. Cesare”.

Strada importante da cui ogni giorno transitano centinaia di automezzi, corriere di linea e del servizio urbano, oltre ad un notevole numero di cicli e motocicli. Sempre a nostro modesto parere, riteniamo ci si trovi di fronte a segnali che si susseguono e di una certa serietà che non andrebbero sottovalutati. Sarebbe importante quindi, verificare subito e monitorare il tratto e, come primi interventi, provvedere  a saturare le varie, evidenti  fenditure che si sono create lungo la carreggiata. Sarebbe oltremodo necessario inoltre - lo abbiamo già evidenziato in precedenza - facendo nostre anche segnalazioni  che ci pervengono, mantenere sempre pulite le cunette della zona, quelle  sotto l’ex  Cine Colosseo, dove spesso si verificano intasamenti  con detriti, che possono provocare la tracimazione di acqua che si riverserebbe sulla sede stradale, provocando infiltrazioni e conseguenti cedimenti della carreggiata.

La nostra, senza creare allarmismi (e vogliamo anche augurarci di sbagliare sulla importanza di queste nuove avvisaglie), è solo una dovuta responsabile segnalazione.

Il resto è di competenza di chi di dovere, con l’auspicio però, che si verifichi  subito.

Michele Selvaggi

Ultimi Tweets

Coronavirus in Basilicata. Confermato il nuovo trend negativo https://t.co/cEjrfy7utD #coronavirus #COVID19
Per esigenze organizzative la sfilata dei Bersaglieri avrà inizio alle ore 16.30 partendo da piazza Giulio Cesare.… https://t.co/sEu8n5U1mZ
Grandinata record, Pisticci chiede lo stato di calamità https://t.co/9KyNoUqNJQ
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Sporting Soccer: causa Covid-19 annullata per il secondo anno la 20esima edizione

Caduta razzo spaziale cinese: anche la Basilicata tra le 9 regioni allertate dalla protezione civile

Una giornata da Lupi: sulle tracce del grande carnivoro insieme ai tecnici del monitoraggio nazionale del lupo

Architetti materani al voto: il gruppo “architetti innovativi” lancia la sfida per il cambiamento

Coronavirus in Basilicata: scende ancora la curva dei contagi, un caso in territorio di Pisticci

Sicurezza sul lavoro: i Carabinieri effettuano sanzioni e denunce

Incidente sul lavoro a Parma. Perde la vita uomo di Montalbano Jonico

Nuovi ritrovamenti nei "Sassi" di Matera. Viene alla luce un edificio sacro

Vaccini ai calabresi a Policoro. La nota dell'ASM

Please publish modules in offcanvas position.