Print this page

Elezioni Comunali Pisticci 2021: il programma elettorale del candidato sindaco Tuccino

Mercoledì, 15 Settembre 2021

Il candidato sindaco Pasquale Salvatore Tuccino presenta il suo programma elettorale collegato alle liste "Rinascita" e "Vicini al territorio".

Con coraggio, con tanta passione, bisogna   intraprendere una strada nuova che, ritrovato il senso di appartenenza alla comunità, porti ad affrontare i problemi in una visione di insieme. 

Il cittadino si deve sentire di nuovo al centro dell’azione amministrativa, fondata sulla competenza, responsabilità, merito, trasparenza. 

In questa nuova visione, l’impegno principale dovrà essere quello di aiutare il cittadino ad uscire dallo stato di bisogno, con politiche mirate, eliminando ogni tipo di barriera, il più delle volte mentali. 

Attuare politiche fondate sul lavoro e non sul mero assistenzialismo, consapevoli che solo il lavoro rende liberi e restituisce dignità. 

Bisogna promuovere una grossa campagna educativa sul rispetto della legalità, favorendo, in collaborazione con la scuola, programmi di educazione civica. Solo il rispetto della legalità favorisce la convivenza civile, attua l’inclusione, salvaguarda il territorio. 

Per la salvaguardia del territorio, bisogna attivare progetti di sensibilizzazione ed educazione ambientale. Bisogna valorizzare le aree delle ville comunali e renderle fruibili anche per un uso scolastico e per una didattica all’aperto.    L’obiettivo è quello di garantire le condizioni di vivibilità  consone  alle  aspettative  della  popolazione  pisticcese  attraverso  il  monitoraggio dell’aria, dell’acqua e del suolo. La gestione del verde pubblico deve essere garantita con continuità al fine della fruizione di spazi comuni soprattutto per bambini, disabili e anziani. Potenziamento e miglioramento dell’attuale sistema di raccolta differenziata ormai consolidato al fine di limitare l’inquinamento da rifiuti delle aree rurali e del territorio in generale. Nel medio termine si potrebbe prendere in considerazione un ritorno alla gestione pubblica della raccolta dei rifiuti. L’intenzione è quella di massimizzare gli introiti per il comune  e di ridurre le spese di raccolta al fine di ridurre la tassa sui rifiuti che grava sui nuclei familiari e sulle attività produttive. Monitoraggio e controllo delle utenze per rispondere al motto “pagare tutti e pagare di meno”.

Sempre con la scuola, poi, bisogna attivarsi per favorire il più possibile l’educazione al digitale, favorendo corsi per alunni e genitori. 

Bisogna intervenire decisamente sulla viabilità e consentire una mobilità sicura, senza ostacoli e degna di un paese civile. 

Rivedere completamente, poi, il piano regolatore generale e riscrivere completamente lo sviluppo del territorio. 

Bisogna promuovere lo sviluppo del centro storico. In particolare, bisogna recuperare e promuovere a fini turistici rione terra vecchia e rione dirupo, luoghi che se recuperati, possono diventare il fiore all’occhiello dell’intero territorio. 

Bisogna rivedere e ripensare lo sviluppo delle varie frazioni del Comune, cercando di favorire il rapporto tra tutti centri urbani sparsi sul territorio. 

Bisogna provvedere  alla  bonifica  e recupero  di  centro  agricolo,  casinello  e  pisticci-scalo; sistemare la viabilità e finalmente prevedere un parcheggio a Tinchi. 

Prevedere a Marconia una ristrutturazione urbanistica di centro e piazze; all’abbattimento del serbatoio idrico e spostamento della stazione di distribuzione carburanti, chiudere una volta per tutte la questione relativa alla zone C.

Oltre alla gestione delle attività ordinarie ci faremo promotori di miglioramenti all’attuale assetto normativo qualora si riscontrassero gli elementi per ottenere una armonizzazione territoriale composta da due grossi insediamenti urbani, da tre insediamenti urbani minori e dagli insediamenti sulla fascia costiera riservati all’attività turistica, dagli insediamenti industriali e dalle aziende agricole. In concertazione con gli altri enti coinvolti si cercheranno le migliori condizioni per sviluppare l’economia delle imprese presenti sul territorio di Pisticci e dare alle famiglie la possibilità di vivere in spazi adeguati alle esigenze odierne. La nostra forza è la conoscenza di tutto il territorio. Lo conosciamo “palmo a palmo” e saremo garanti di tutte le sue parti e di tutte le cittadine e i cittadini che lo vivono. Il futuro del centro storico passa dal suo consolidamento. Dal consolidamento della cintura periferica e della manutenzione dei canali di scolo delle acque reflue e piovane. Si avvierà un monitoraggio è un programma di manutenzione di medio termine. La piantumazione di nuovi alberi nelle zone più vulnerabili sarà parte integrante di questo progetto.

Non possiamo trascurare il decoro del patrimonio edilizio esistente su tutto il territorio e il miglioramento dello scolo delle acque nell’abitato di Marconia che in occasione di violenti nubifragi crea continuamente problemi. Inoltre di concerto con altri enti coinvolti con le risorse esistenti e con eventuali finanziamenti si cercherà di potenziare le infrastrutture della zona costiera al fine di potenziare il turismo estivo. 

Altro nodo rilevante oltre al collegamento dei nostri insediamenti urbani e il collegamento con i centri esterni. Di concerto con altri enti cercheremo di porre all’attenzione e di mettere le basi per la realizzazione di reti viarie adeguate alle esigenze odierne per il raggiungimento della città Di Matera e dell’aeroporto internazionale di Bari. 

L’allocazione dell’aeroporto nell’area industriale di Pisticci è un tema di discussione ormai da più di un decennio che a noi sta molto a cuore. Non ci fasceremo la testa se la sua realizzazione vincolata a problemi tecnici di allungamento della pista e a problemi economici per la sua gestione non dovesse realizzarsi. Unica regione senza aeroporto. Siamo convinti che una parte di royalities petrolifere possa essere destinato alla gestione di un eventuale aeroporto per realizzare il sogno di ogni lucano. 

Saremo presenti nello studio di progetti e nella ricerca di eventuali risorse messe a disposizione dall’amministrazione centrale per l’attuazione del recovery fund. 

Saremo vigili e pronti per attuare, di concerto con gli altri Enti coinvolti, strategie al fine di salvaguardare e potenziare le attività che si svolgono nell’Ospedale di Tinchi. 

Progettare un utilizzo dei calanchi e della pineta. 

Dal punto di vista istituzionale, bisogna riprendere il dialogo con Regione Basilicata. 

Non è possibile continuare nella politica dello scontro. Il confronto con Regione Basilicata è essenziale soprattutto per Pisticci. Sul punto bisogna recuperare, con il dialogo, l’autorevolezza che appartiene ad un Comune come Pisticci, persa completamente nell’ultimo decennio. 

In conclusione, quanto innanzi detto, non è certamente esaustivo. Rappresenta in minima parte quanto in realtà va fatto sul nostro territorio.

Si è cercato solamente di evidenziare quale sarà il filo conduttore del prossimo agire amministrativo.

La soluzione delle questioni, invece, sarà frutto del costante confronto con i cittadini. La novità vera sarà proprio la partecipazione costante dei cittadini alla costruzione di un Paese, il nostro, nuovamente protagonista.

Per la coalizione Rinascita / Vicini al Territorio 

Il candidato Sindaco 
Avv. Pasquale Salvatore Tuccino

Ultima modifica Mercoledì, 15 Settembre 2021 17:46