Print this page

Forum Democratico su Infrastrutture Verdi: “Siano fatte scelte oculate in fase di progettazione”

Giovedì, 20 Gennaio 2022

Dalla segreteria di Forum Democratico, un comunicato inerente il fondo di 500.000 euro assegnato al comune di Pisticci per le "Infrastrutture Verdi”:

Apprendiamo con piacere che al Comune di Pisticci, per le Infrastrutture Verdi sono stati destinati 500.000 € rivenienti dalla riprogrammazione del Fondo sociale di coesione 2021-2027.

Pur consapevoli che la somma destinata è importante, in realtà è minima rispetto alle tante esigenze che insistono su tutto il territorio di Pisticci. Pertanto, chiediamo che siano fatte delle scelte oculate, prioritarie e urgenti in fase di progettazione.

Chiediamo, pertanto, di concentrarsi e sviluppare progetti funzionali che tengano conto di esigenze reali e di carattere strutturale e non incentrati solo sulla “riqualificazione”, che seppur importante richiama esigenze meno prioritarie.

Richiamiamo anche l’attenzione, se ancora ce ne fosse bisogno, a fare uno studio puntuale su tutto il territorio, da Pisticci Scalo fino a Mare, non possono esistere differenze gestionali della spesa pubblica seppur minime, non tenendo conto di tutto il territorio, perché, le esigenze anche in tema d’infrastrutture verdi sono di tutti.

Evidenziamo, che sarebbe opportuno e prioritario, anche, di correggere le scelte tecniche ripristinando con nuove essenze, laddove l’abbattimento non andava fatto, vedi area calcetto a Pisticci Centro e altri interventi effettuati nel Centro cittadino di Marconia.

Riteniamo anche importante, salvaguardare aree critiche ad es. quelle attraversate dagli incendi e quelle degli scarichi fognari a cielo aperto prive di depurazione (quest’ultimo altro argomento prioritario), per garantire un ripristino della stabilità del terreno a rischio lisciviazione e successivo pericolo frane.

Chiediamo, inoltre, che sia dato seguito a progetti importanti (diversi milioni di euro) già in fase avanzata e acquisiti dal comune di Pisticci negli scorsi anni nelle programmazioni di settore, in cui erano previsti anche interventi di ripristino del verde ambientale con tecnologie di punta come ad es. l’idrosemina con mezzi aerei in aree calanchive sottoposte a effetto lisciviazione.