Lunedì, 24 Gennaio 2022

Nel primo pomeriggio, presso la delegazione di Marconia, il presidente dell'ufficio centrale ha elencato e proclamato eletti alla carica di consigliere comunale della città di Pisticci i seguenti candidati: De Sensi Antonio Maria, Ruvo Maria Alessandra, Giannone Domenicangelo, Camardella Maria Teresa, Badursi Andrea, Florio Rossana, Iannuzziello Eligio, Sodo Pasquale, Zaffarese Antonio, Rago Renato, Di Trani Vito Anio, Calandriello Carmine, Grieco Pasquale Domenico, Miolla Giuseppe, Verri Viviana e Tuccino Pasquale.

Con la proclamazione ufficiale del presidente dell'ufficio centrale che questa mattina ha concluso le operazioni di verifica dei voti, per Domenico Albano inizia la sua esperienza da sindaco di Pisticci.

Di seguito, le interviste a caldo ed i commenti di alcuni esponenti politici comunali al risultato delle amministrative 2021, che ha dato la vittoria al neoeletto sindaco Domenico Albano.

E' il dottor Domenico Alessandro Albano il nuovo primo cittadino di Pisticci. Albano, a capo di una coalizione composta dal Partito Democratico e da tre liste civiche ("Insieme", "CivicaMente Pisticci" e "Consenso Civico"), si aggiudica il ballottaggio con il suo collega Vito Anio Di Trani con il 52,67% delle preferenze rispetto al 47,33% del suo avversario.

AFFLUENZA DEFINITIVA

L'affluenza si è attestata al 53,96% ovvero alle urne si sono presentati 8.056 elettori.
Rispetto al primo turno del 3 e 4 ottobre scorsi, l'affluenza è scesa del 8,73%. In corso lo spoglio delle schede di cui vi daremo informazioni in tempo reale cliccando qui

AFFLUENZA ORE 23

Il primo giorno dedicato al ballottaggio si chiude con una affluenza di 6.003 votanti, pari al 40,21% degli aventi diritto al voto. Rispetto al primo turno, alla chiusura della prima giornata di voto si registra un calo di 992 votanti, pari al 6,65%.

La sezione numero 10 di Pisticci Scalo si conferma quella più frequentata (48,41%), mentre la numero 1 di Pisticci Centro fa segnare la minore affluenza con il 24,05% degli elettori. 

AFFLUENZA ORE 19

Aumenta l'affluenza alle urne. Alle ore 19 il dato riguardante l'affluenza si attesta sul 27,38%, in calo di 3,62% rispetto al primo turno. In totale si sono recati ai seggi 4.088 aventi diritto al voto.

Il prossimo dato sarà diramato alle ore 23, a chiusura dei seggi del primo giorno utile per il voto.

AFFLUENZA ORE 12

Alle ore 12, nelle 19 sezioni del territorio pisticcese, sono andati alle urne 1.319 elettori a fronte di un totale di 14.929.
La percentuale dei votanti è pari, quindi, al 8,84% degli aventi diritto. Al primo turno, alle ore 12 di domenica 3 ottobre aveva votato il 10,68%.
La maggior affluenza si è avuta alla sezione 10 di Pisticci Scalo dove si è recato a votare già il 13,74% degli aventi diritto. Scarsa l'affluenza alla sezione numero 1 dove ha votato appena il 3,44% degli iscritti.
Il prossimo dato sarà diffuso alle ore 19.

Pagina 1 di 4

Ultimi Tweets

From IFTTT
Bollette acqua, bando Egrib per contributi a famiglie disagiate https://t.co/475D4u6wKI https://t.co/7DCMnY5I9n
From IFTTT
SanremoSol si sdoppia, gli studenti saranno presenti a fine marzo https://t.co/sflrbG9oCQ https://t.co/QGdeI36gI3
From IFTTT
Eccellenza: un Marconia determinato batte il Moliterno https://t.co/O0C9V3HKlH https://t.co/04PNIQO9n1
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Coronavirus in Basilicata: i numeri del weekend

Bollette acqua, bando Egrib per contributi a famiglie disagiate

SanremoSol si sdoppia, gli studenti saranno presenti a fine marzo

Eccellenza: un Marconia determinato batte il Moliterno

Pitagora di Policoro (MT), Giordano: “Una scuola del futuro, al servizio del territorio nel cuore dell’innovazione”.

Al via il concorso fotografico “Uno scatto per conoscersi”: invio del materiale fotografico fino al 31 Marzo

Dpcm negozi, Bolognetti (Radicali): “Ma per il tiro a otto di Bellomunno basterà il green pass base o ci vorrà il super green pass?”

Summa CGIL: “Eni estrae in Basilicata ma continua a investire su progetti innovativi altrove”

Caro bollette, Cifarelli PD: sbaglia Bardi a dire che la regione non può fare nulla