Sabato, 13 Luglio 2024

Da domani la Basilicata uscirà dalla zona rossa ed entrerà in quella arancione. Il nuovo decreto, a firma del ministro per la Salute, Roberto Speranza, ha stabilito che la nostra regione corre un rischio moderato per cui è possibile allentare la stretta rispetto a due settimane fa.

Dalla settimana prossima la Basilicata non sarà più zona rossa. Lo ha deciso il ministro Speranza alla luce dei nuovi dati e delle richieste espresse dalla task-force lucana e dal presidente della Regione Bardi di considerare per la Basilicata il basso indice Rt di ricoveri ospedalieri in base alle positività.

Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha assicurato che la campagna vaccinale in Basilicata sarà veloce e penetrante.

“I sindaci rappresentano la spina dorsale del sistema istituzionale del nostro Paese e il loro lavoro è fondamentale soprattutto in un contesto molto difficile come quello che stiamo vivendo. Ma voglio chiarire subito un aspetto: in una situazione di emergenza sanitaria come questa, le decisioni vengono prese dal governo nazionale, esclusivamente sulla base di dati aggregati epidemiologici oggettivi”.

Dopo l’incontro dei consiglieri di maggioranza insieme alla Giunta, l’assessore alle Attività Produttive Francesco Cupparo ha ritirato le dimissioni.

Post Gallery

Inizio dei lavori per la rete delle acque bianche a Marconia. Negro: “Raggiunto obiettivo”

Sabato appuntamento con la FIDAPA: 24 donne sporranno le loro opere a Pisticci

I Nomadi in concerto a Pomarico il 14 luglio

Da Essenza Lucano la presentazione di “Inludo Festival”

Al Ce.C.A.M. la XIII Edizione del premio Piero Piepoli

Appello di Tavolo verde Puglia e Basilicata al nuovo governo regionale

Emergenza idrica, Carella (Femca Cisl): «Evitare polemiche tra imprese e agricoltori, serve confronto per affrontare la difficile situazione in Valbasento»

La Provincia di Matera consegna degli impianti sportivi annessi all’Iis Pitagora di Policoro

Verifica delle condizioni ambientali del Basento allo scarico di Tecnoparco: M5S e PD presentano interrogazione