Lunedì, 01 Marzo 2021

“Riportare le industrie in Valbasento è oggi la priorità del nostro territorio per cercare nuovi investimenti e creare opportunità di lavoro in un’area industriale che nel corso del tempo ha perso tutti i suoi riferimenti produttivi”.

"Nella giornata di ieri, presso Palazzo Giannantonio, ho avuto il piacere di incontrare John Quinn, CEO della Exos Aerospace, Systems and Technologies, recentemente balzata agli onori delle cronache lucane per l’interesse mostrato verso la Valbasento, e le opportunità offerte dalla Zona Economica Speciale".

“Nella seduta del Consiglio Regionale dello scorso 16 febbraio si è consumato, dopo mesi di turbolenze amministrative, l’ultimo atto per la costituzione della società delle Aree Produttive Industriali Basilicata (API-BAS spa), che porterà alla messa in liquidazione e successivo scioglimento del Consorzio per lo sviluppo industriale di Potenza, gravato da una debitoria di oltre 60 milioni di euro.”

Ultimi Tweets

Coronavirus in Basilicata. Confermato il nuovo trend negativo https://t.co/cEjrfy7utD #coronavirus #COVID19
Per esigenze organizzative la sfilata dei Bersaglieri avrà inizio alle ore 16.30 partendo da piazza Giulio Cesare.… https://t.co/sEu8n5U1mZ
Grandinata record, Pisticci chiede lo stato di calamità https://t.co/9KyNoUqNJQ
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Basilicata zona rossa, il presidente di Confindustria, Somma: “Ristori siano rapidi e il monitoraggio costante"

Coronavirus in Basilicata. Cala il tasso di positività. Altri 2 casi in territorio di Pisticci. Tre nuovi decessi

Basilicata zona rossa. Diversi sindaci lucani non ci stanno e scrivono a Speranza e Bardi

Intervenire per creare nel prossimo futuro ulteriori opportunità nell'area della Valbasento

L'ipotesi Exos suscita alcuni interrogativi

Direzione Comune su caso Exos: Opportunità da non perdere, si faccia chiarezza

Trovato corpo senza vita in territorio di Montescaglioso

Coronavirus in Basilicata: ancora tanti i positivi, altri casi a Pisticci

Dall' 1 al 5 marzo cosa si può e cosa non si può fare