Martedì, 19 Gennaio 2021

"La Basilicata si apre alle farmacie di comunità, dove verranno erogati servizi per un’assistenza sanitaria maggiormente integrata, dal momento che si rafforzerà la sinergia tra farmacisti, medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, infermieri e altri specialisti del comparto sanitario. Al centro del nuovo scenario ci saranno i cittadini che, senza dover raggiungere gli ospedali, potranno effettuare sotto casa diverse prestazioni, tra cui analisi di prima istanza per tenere sotto controllo glicemia, colesterolo e trigliceridi, ma anche eseguire la misurazione della pressione arteriosa, l’elettrocardiogramma, i test per le intolleranze alimentari e molte altre prestazioni”.

Prosegue la 'querelle' sulla carente disponibilità dei vaccini antinfluenzali da somministrare nel materano. A seguito degli interventi di alcuni esponenti di "Fratelli d'Italia" e di "Forza Italia", la FIMMG precisa che "si è inteso richiamare l’attenzione su fatti documentati, avendo a cuore la salute dei cittadini. Respingiamo perciò con fermezza ogni tentativo di trascinare strumentalmente il sindacato più rappresentativo dei medici di famiglia nel campo dello scontro politico e delle polemiche ad esso legate, esercizi incapaci di trovare le soluzioni ai problemi che vengono posti". 

"Il cospicuo numero di richieste di vaccini antinfluenzali, quest’anno, ha portato in affanno la produzione delle aziende farmaceutiche presenti a livello nazionale e mondiale, causando un notevole ritardo nella distribuzione delle dosi. Lo conferma il fatto che l’A.I.F.A., Agenzia Italiana per il Farmaco, nella lista dei farmaci mancanti, ha inserito tutti i vaccini antinfluenzali". E' quanto si legge in una nota emessa dall'ASM.

Le strutture sanitarie private accreditate non chiuderanno per le festività natalizie. Anzi sono impegnate ad intensificare prestazioni e servizi a favore dei pazienti no-Covid e dare il massimo contributo per lo smaltimento delle liste di attesa. A comunicarlo è il dr. Giuseppe Demarzio, presidente di Sanità Futura sottolineando l’impegno di titolari e personale tutto – per oltre 60 strutture e circa 650 operatori - che si occupano delle attività della specialistica ambulatoriale tanto più rilevante per i cittadini affetti da particolari patologie che richiedono esami diagnostici e clinici, cure urgenti. Basti pensare in particolare a quanti hanno bisogno di prestazioni oncologiche e comunque “salva vita”.
Se ciò è possibile – aggiunge Demarzio – è per effetto dalla delibera di Giunta Regionale (DGR 717 20/10/20), voluta dall’Assessore alla Sanità Rocco Leone, che ci consente di erogare sino al 31 dicembre prossimo le prestazioni prenotate dai cittadini e non effettuate a causa dell’emergenza sanitaria. Accogliendo le nostre sollecitazioni la Regione Basilicata, con l’intervento dell’Assessore alla Sanità Rocco Leone, dimostra di aver compreso che i servizi ambulatoriali resi in accreditamento sono davvero utili al Sistema Sanitario Regionale ed alla popolazione che ne ha bisogno, ancor più in questa fase della pandemia.
Purtroppo a seguito della fase del locdwon le liste di attesa sono cresciute e nonostante i programmi avviati da Azienda Ospedaliera San Carlo, Asp e Asm, gli sforzi compiuti dal Dipartimento Salute, senza i servizi ambulatoriali resi in accreditamento ci troveremmo ancora di fronte a diverse decine di migliaia di prestazioni “negate” agli utenti. Vogliamo ricordare che l’associazione Sanità Futura, già dalla prima fase più acuta della pandemia, coerentemente col proprio codice etico, ha chiesto alle strutture aderenti di evitare il ricorso alla “prestazione a pagamento” e consentire l’accesso agli esami ed ai trattamenti terapeutici con "la ricetta medica".
Adesso grazie al provvedimento varato e coordinato dal Direttore Generale Ernesto Esposito, il Cup Regionale è messo nelle condizioni di lavorare con meno affanno e un primo smaltimento di arretrato è già avvenuto. Una situazione dunque migliore, nonostante alcune criticità permangono nel Servizio Sanitario Regionale per alcune branche specialistiche, che è ancora più significativa tenuto conto che l’attività di contenimento del Covid e di cura dei pazienti positivi richiede grande impegno di personale, strutture e mezzi.
Noi – conclude Demarzio – continueremo a fare la nostra parte con tempestività e professionalità.

I Segretari Fials Matera Gianni Sciannarella, Marco Bigherati ed il Segretario Fials ADMS Angelo Fracchiolla in una nota congiunta segnalano l’ennesimo scempio compiuto ai danni della sanità materana. Di seguito la nota integrale.

Pagina 1 di 5

Ultimi Tweets

Coronavirus in Basilicata. Confermato il nuovo trend negativo https://t.co/cEjrfy7utD #coronavirus #COVID19
Per esigenze organizzative la sfilata dei Bersaglieri avrà inizio alle ore 16.30 partendo da piazza Giulio Cesare.… https://t.co/sEu8n5U1mZ
Grandinata record, Pisticci chiede lo stato di calamità https://t.co/9KyNoUqNJQ
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Il rapper Zinga trionfa e vince il contest di Traplist Italia

Coronavirus in Basilicata: 751 tamponi effettuati, 61 positivi, 8 decessi

Minaccia la convivente con una katana: 70enne arrestato dalla Polizia

Coronavirus in Basilicata: brusco calo dei tamponi, effettuati 187 test e accertati 7 nuovi casi

Sorpresi con droga in auto, arrestati dalla Polizia due giovani di Marconia

Lampade a led per l'efficientamento energetico. Al via i lavori a Pisticci

Terremoto in Basilicata. Scossa di magnitudo 3.5

Braia (Iv): "Leone ci informi sulla situazione sanitaria". Intanto la Basilicata è penultima nella somministrazione del vaccino anticovid

Coronavirus in Basilicata. Calano ulteriormente i tamponi, 2 i decessi ieri