Domenica, 23 Gennaio 2022

Emanuelel 11e72 e Arci Marconia sul murales abbattuto giorni fa: “Ri generiamo il senso di comunità”

Lunedì, 29 Novembre 2021

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato dell’Associazione Culturale Emanuele 11e72 e ARCI Marconia inerente la demolizione del murales realizzato nell’ambito del progetto IMAGO:

Pochi giorni fa in Piazza Elettra a Marconia abbiamo visto in frantumi il murales realizzato nel 2016 dagli artisti Vito Antonio Baglivo, Grazia Maria De Stasi, Antonella Malvasi e Lino Barbalinardo, nell’ambito del progetto IMAGO Arte pubblica proposto dalla nostra associazione. L’abbattimento, del quale non eravamo a conoscenza, ci ha molto sorpresi. Abbiamo, quindi, voluto raccogliere le nostre sensazioni e porci delle questioni.

Perché distruggere un murales? Dalle risposte ricevute apprendiamo che il progetto prevede un accesso più sicuro e idoneo alla chiesa comprendendo anche l'abbattimento di quel muretto.

Perché non sapevamo nulla? Nessuno ha ritenuto opportuno informarci in quanto era inevitabile abbattere il muretto.

Lungi da noi sottovalutare e non comprendere le necessità della ristrutturazione che oggi vede interessato l’accesso della Chiesa. Tuttavia ci dispiace constatare che il murales sia stato considerato niente di più che un muretto variopinto e superfluo e non un’opera realizzata dalla mano sapiente e dall’animo sensibile dei nostri artisti.

Questo è un appello al dialogo, a riscoprire il senso di comunità che, all’epoca, venne sancito anche nella realizzazione di quel murales.

Il progetto IMAGO vedeva, infatti, la collaborazione di diversi professionisti e molti artisti locali che hanno donato il loro tempo, la loro passione, il loro lavoro, gratuitamente, alla comunità per progettare e realizzare interventi a Marconia e a Pisticci. Questo lavoro di squadra fu possibile anche grazie alla collaborazione del Comune di Pisticci e della Parrocchia San Giovanni Bosco che, all’epoca, ci diede la possibilità di realizzare il murales, dopo aver ottenuto le autorizzazioninecessarie. Con entusiasmo e in nome della collaborazione, gli artisti hanno realizzato, ognuno con il suo stile,opere condivise per la comunità. Nei mesi successivi si susseguirono laboratori di arte pubblica per grandi e piccini e incontri vari, col fine ultimo di educare al rispetto e al valore dei luoghi e delle opere pubbliche e allo stesso tempo far conoscere le bellezze del nostro territorio. Papa Giovanni Paolo II nella “Lettera agli artisti” diceva: “La società, in effetti, ha bisogno di artisti, come ha bisogno di scienziati, di tecnici, di lavoratori, di professionisti, di testimoni della fede, di maestri, di padri e di madri, che garantiscano la crescita della persona e lo sviluppo della comunità attraverso quell'altissima forma di arte che è «l'arte educativa»”.

Crediamo che l’educazione all’arte e alla cultura debba essere alla base di ogni comunità sana. Salvare ogni tipo di espressione artistica, rispettare il lavoro di un artista, è un dovere culturale e morale, ad ogni costo. Si respira, nel nostro territorio, voglia di vivere meglio gli spazi condivisi e in essi fare cultura earte. Ognuno, in buona fede, prova a fare del suo con passione, cerca rimedio all’incuria e al degrado, in maniera spontanea e delle volte solitaria.

Può capitare però che, in alcuni casi, nell'entusiasmo di voler e dover fare qualcosa di buono, non si tenga conto di ciò che è stato fatto da altri e di possibili fraintendimenti e delusioni. Forse bisognerebbe rafforzare quel senso di comunità e di condivisione indispensabili per una convivenza civile che sia rispettosa di tutti? Si potrebbe, per esempio, creare una “centrale di coordinamento per la rigenerazione urbana” insieme agli attori culturali e sociali, ai professionisti, agli artisti, ai cittadini e all’amministrazione comunale?

Sarebbe una possibile soluzione per delineare una visione di insieme del territorio, per incanalare lavori già intrapresi e future intenzioni, affinchè si lavori ambiziosamente per obiettivi comuni, in sinergia e nel rispetto reciproco.

Associazione Culturale Emanuele 11e72-ARCI Marconia

Ultima modifica Lunedì, 29 Novembre 2021 12:58

Ultimi Tweets

From IFTTT
Pisticci si ferma in memoria dei 3 giovani deceduti nell'incidente stradale. Esequie officiate dal vescovo Caiazzo… https://t.co/QgW2uBkx12
From IFTTT
Coronavirus in Basilicata: 1081 nuovi casi, 40 a Pisticci https://t.co/bImqMsycVf https://t.co/MKtKbqD78A
From IFTTT
In Basilicata sarà istituita una sezione della Direzione Investigativa Antimafia https://t.co/v6tYQ3Tc9N https://t.co/t1mbmTzaDq
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Pisticci si ferma in memoria dei 3 giovani deceduti nell'incidente stradale. Esequie officiate dal vescovo Caiazzo

Coronavirus in Basilicata: 1081 nuovi casi, 40 a Pisticci

In Basilicata sarà istituita una sezione della Direzione Investigativa Antimafia

La “vigile attesa” è finita, Lega Basilicata vuole un cambio di passo

Incidente stradale, indetto il lutto cittadino in memoria delle giovani vittime. Domani i funerali

Tragico incidente stradale a Pisticci, muoiono tre giovani

Grieco (Forum Democratico) “Necessario approfondimento su dati task force del Comune di Pisticci”

Coronavirus in Basilicata: oltre 1300 i nuovi positivi, numerosi i casi a Pisticci

Caro bollette: Bardi scrive a Draghi, Giorgetti e ai parlamentari lucani