Lunedì, 28 Novembre 2022

Antonio Belardo è il nuovo capitano della Compagnia dell'Arma di Pisticci

Lunedì, 10 Ottobre 2022

E’ Antonio Belardo il nuovo giovanissimo Capitano della Compagnia Carabinieri di Pisticci. Proviene dalla Regione Lombardia dove ha svolto il ruolo di vice Comandante della Compagnia di Sesto S. Giovanni, alla guida del Nucleo Operativo e Radiomobile dell’Arma e di Cinisello Balsamo, dove ha guidato lo stesso Nucleo.

“Una promozione, quella nella città lucana - ha sottolineato il sindaco di Cinisello, Ghilardi - che attesta la sua capacità e professionalità e la esperienza maturata nel nord Milanese”.

A Pisticci sostituisce il Capitano Massimo Cipolla, qui dal 2018, ed ora destinato ad altro prestigioso incarico.

Il nuovo responsabile della Compagnia della nostra città, nei giorni scorsi ha fatto visita di dovere e di cortesia al primo cittadino Domanico Albano, accolto al Palazzo Giannantonio. Da parte del sindaco il saluto e il benvenuto al nuovo arrivato e gli auguri di buon lavoro per il servizio che andrà a svolgere sul nostro territorio dopo la importante esperienza maturata al nord.

Per la cronaca, ricordiamo che il Capitano Belardo è il 14° Comandante della Compagnia dell’Arma pisticcese del dopoguerra, che solo da poco ha registrato la nomina a Capitano del Tenente Cosimo Campa, a Pisticci da oltre 20 anni, dove ha percorso tutte le tappe della carriera, fino alla importante nomina ed ora trasferito ad altra sede.

Per l’occasione, anche per meglio far conoscere al Comandante Belardo la storia dell’Arma pisticcese, vogliamo raccontarla, convinti di far cosa gradita ed utile. Storia di uomini e divise, ma anche speciale rapporto col territorio e la gente, radicato e ricambiato dalla nostra città, dove dal primo dopoguerra si sono succeduti “Comandanti Capitani” alla guida del nostro importante presidio. Oltre 70 anni di “guerra” alla criminalità in un territorio che sicuramente non è il Bronx, ma che risente in modo specifico la vicinanza a vie di comunicazioni quasi obbligate al passaggio di corridoi della droga verso mercati più o meno prossimi, che qui, nell’Arma e nelle altre forze dell’Ordine, Polizia e Guardia di Finanza, hanno sempre trovato un sicuro baluardo.

Il primo, inizialmente Tenente e poi Capitano, fu Giovanni Petralito di Palermo. Qui lo ricordano per la sua figura paterna, il suo mantello a ruota nero con bordi rossi, ma anche per la sua operosità e squisita gentilezza. A Pisticci fino al 1963, la cui permanenza fu caratterizzata da alcuni fatti criminosi e dal caldo periodo politico dell’epoca. Il suo successore, il giovane Capitano Felice Galasso (63 - 67), si impose subito all’attenzione non facendo rimpiangere il suo predecessore. Sfogliando l’elenco, registriamo il Capitano Alfredo Caracciolo, a Pisticci fino al 1973. Per i successivi 4 anni, spazio al Capitano Giuseppe Pulpo, sfortunato carabiniere che dopo la esperienza nella nostra città, si ebbe notizia di un grave ferimento durante un conflitto a fuoco in Puglia. Come non ricordare poi i 9 anni di permanenza (77 - 85) del Capitano Franco Cuccaro, che, tra l’altro ebbe modo di gestire in modo deciso ed esemplare, per quanto di sua competenza, il tormentato periodo post terremoto del novembre 80 ed anche quello della prima grave crisi dell’area industriale di valbasento, con i primi licenziamenti ed i conseguenti scioperi dell’area. Cuccaro, che ha chiuso la sua brillante carriera con il grado di Colonnello e di Generale di Brigata in pensione, prima come componente del Sismi e poi come responsabile della Polizia Giudiziaria della Procura di Bari, di tanto in tanto torna a Pisticci che, evidentemente gli è rimasto ottimo ricordo, quello che del resto, lo stesso ha lasciato alla città.

Dall’85 al 2007, ben 5 comandanti si sono alternati alla guida della compagnia. I Capitani Antonio Marzo (89-90), Antonio Zaccaria (90 -94), Felice De Lucia (94-98) tuttora in servizio con il grado di Colonnello a Napoli, pure lui affezionato alla nostra città, abituale ospite dei Villaggi Turistici della costa, Giovanni Masciarelli (98-2001) e Massimiliano D’Anna, che lasciò nel 2007 col grado di Maggiore.

Dopo di lui, il Capitano Pietro Mennone (qualche sera fa era a Pisticci), Gianluca Sirsi che andò via nel 2019 col grado di Maggiore, fino a Massimo Cipolla (2018-2022).

Una storia lunga, che comunque ha lasciato il segno e che continuerà, grazie all’impegno dell’Arma e dei suoi uomini, pronti a vigilare, combattere e sconfiggere la criminalità sul nostro territorio.

Per l’occasione, da parte di chi scrive e dalla redazione di pisticci.com, il benvenuto e l’augurio di buon lavoro al Capitano Belardo.

Michele Selvaggi

Ultima modifica Lunedì, 10 Ottobre 2022 13:38

Ultimi Tweets

From IFTTT
A Pomarico annoso problema svincolo SS7 in via di risoluzione grazie a iniziativa Adiconsum https://t.co/mgNTAyAsoZ https://t.co/nO7Yr89gDs
From IFTTT
Al Liceo Giustino Fortunato nella giornata contro la violenza sulle donne, “Piccoli Poeti”. Foto… https://t.co/VwMIxvNIsj
From IFTTT
Futsal: il Senise perde a domicilio contro il quotato Monopoli https://t.co/ldoDMSAapa https://t.co/Ta8xrBqSJi
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Al Liceo Giustino Fortunato nella giornata contro la violenza sulle donne, “Piccoli Poeti”. Foto

Futsal: il Senise perde a domicilio contro il quotato Monopoli

Attestati di stima per l'ex assessore Petracca

“Serata d’onore-È Stato la Mafia”. Al Cineparco Tilt riflessioni sul fenomeno mafia

Contro la Diaz il leitmotiv non cambia: il Pisticci gioca bene, ma non vince

Meteo: il sindaco Albano invita i cittadini alla prudenza

Fuga di gas, esplode palazzina a Matera

Coldiretti: in Basilicata perso 1/3 dell’olio rispetto allo scorso anno

Dal 4 al 6 dicembre a Matera gli “Stati Generali della Scuola”