21Settembre2020

 

Sei qui: Home Cronaca Oltre 100 uomini dei Carabinieri ispezionano gli stabilimenti balneari della fascia costiera jonico-metapontina. Molte e elevate le contravvenzioni
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Oltre 100 uomini dei Carabinieri ispezionano gli stabilimenti balneari della fascia costiera jonico-metapontina. Molte e elevate le contravvenzioni

Nell’ambito dell’attività di verifica del rispetto delle prescrizioni volte a prevenire la diffusione del virus Covid-19 e di prevenzione in materia di normativa sul lavoro e rispetto dei requisiti igienico-sanitari, nel corso dei mesi estivi, i Carabinieri del Comando Provinciale di Matera, del N.A.S. di Potenza e del N.I.L. di Matera hanno eseguito una serie di controlli a stabilimenti balneari situati lungo la fascia costiera jonico - metapontina, nelle località di Metaponto e Marconia di Pisticci, oltre che nei comuni di Scanzano Jonico, Policoro, Nova Siri e Rotondella.
Sono stati impiegati complessivamente oltre 100 militari che hanno ispezionato 16 stabilimenti balneari, controllando 98 lavoratori, di cui 4 irregolari e 2 in nero.
Tra le violazioni amministrative rilevate, la mancata sottoposizione a visita medica preventiva di alcuni dipendenti, per cui è scattata per il titolare la denuncia all’Autorità Giudiziaria, e carenze igienico-sanitarie. In 5 delle attività è stata riscontrata la mancata attuazione delle prescrizioni in relazione alla prevenzione della diffusione del Covid-19. In altri 3 casi, ove le carenze registrate sono state gravi, è stata applicata la sospensione immediata dell’attività e sono stati sequestrati amministrativamente 2,3 kg di prodotti alimentari in quanto riportanti una data di scadenza anteriore a quella del controllo. Da ultimo sono stati denunciati in stato di libertà i proprietari di un lido di Scanzano Jonico per furto di energia elettrica, ritenuti responsabili di essersi allacciati abusivamente alla rete elettrica bypassando il proprio contatore elettrico.
Le contravvenzioni elevate ammontano nel complesso a circa 50.000,00 euro.