14Novembre2019

 

Sei qui: Home Cronaca Una tragedia sfiorata: cade finestra nell'atrio dell'Asilo Verde
  • image
  • image
  • image

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Una tragedia sfiorata: cade finestra nell'atrio dell'Asilo Verde

Un grosso e concreto rischio per l'incolumità di bambini ed adulti si è corso ieri mattina all'interno dell'asilo Verde di Marconia.
Nell'atrio della struttura di via Salerno, durante le ore in cui i piccoli iscritti erano presenti, una finestra posizionata a circa tre metri di altezza si è staccata dalla sua sede ed è rovinata al suolo frantumandosi in mille pezzi. Solo per fortuna, in quell'istante, non si sono trovati bambini, maestre o altre persone di passaggio ed è stato possibile evitare il peggio scongiurando il concreto rischio di una vera e propria tragedia o comunque di conseguenze molto più serie del solo spavento determinato dall'accaduto. Pare comunque, da segnalazioni pervenuteci, che poco prima della caduta due persone del corpo insegnanti erano passate sotto la finestra e che alcuni bambini si trovassero da un'altra parte dell'atrio nel momento dell'incidente, verificatosi, a quanto pare, durante una fase di forte ventilazione. Proprio il vento avrebbe contribuito ad accelerare il distaccamento del supporto con tutta probabilità già usurato ed indebolito.
Sul posto, nelle ore successive, si è recato personale dell'ufficio tecnico del comune di Pisticci per il ripristino della finestra ed il controllo e la messa in sicurezza delle altre finestre del plesso, un'attività che adesso è stata estesa anche alle altre scuole del territorio.
L'accaduto riapre la complessa problematica della sicurezza nelle scuole e, più in generale, negli edifici pubblici, dove spesso le attività di manutenzione risultano incomplete, insufficienti e tardive.
Solo la fortuna ha voluto che, in questo caso, venissero evitate conseguenze ben peggiori. Il caso, ovviamente, ha fatto sorgere malumori nei genitori, preoccupati per i rischi ai quali vengono esposti i loro figli che, invece, una volta a scuola dovrebbero trovarsi in luoghi sicuri ed al riparo da pericolosi incovenienti.

Roberto D'Alessandro