Giovedì, 04 Marzo 2021

Giuseppe Cavallo, l’appassionato educatore cinofilo di Marconia e i suoi preziosi consigli

Domenica, 17 Gennaio 2021

E’ uno degli allevatori più stimati di tutto il Mezzogiorno d’Italia e non solo, nonché un amante dei cani in generale ed in particolare del pastore tedesco.

Stiamo parlando di Giuseppe Cavallo, allevatore ed addestratore di Marconia di Pisticci, che da oltre 20 anni alleva ed addestra stupendi esemplari di pastore tedesco, quella che si può ritenere a nostro avviso una delle razze canine più affidabili e fedeli di tutte.

Per Giuseppe, che sin da piccolo ha portato avanti questa innata passione, addestrare il pastore tedesco è la sua vita. Per lui infatti è importantissimo instaurare con il proprio cane un legame che va al di là del semplice rapporto cane-padrone.

Secondo l’allevatore marconese il pastore tedesco è un cane che va valorizzato e se ben addestrato può dare al proprio conducente immense soddisfazioni. Per lui non è assolutamente necessario usare metodi coercitivi per addestrare l’amico a 4 zampe, ma bisogna semplicemente “lavorare” con il cane in modo da far esprimere all’esemplare tutto il suo potenziale. Dopo aver effettuato ad esempio il ritrovamento di un oggetto, secondo Giuseppe, il cane va ricompensato con una sorta di “premio-gioco” per invogliarlo sempre più a eseguire il “comando” del padrone. In gergo il premio-gioco si chiama rinforzo positivo. Per l’addestratore è fondamentale individuare e favorire l’indole e la dote istintuale nonché la predisposizione caratteriale dell’animale

Sempre secondo l’addestratore è importantissimo avere con il proprio cane un tono severo, ma mai burbero, non picchiare assolutamente il fedele amico anche in caso di non corretta esecuzione dell’esercizio. La violenza sull’animale porterebbe solo ad avere un cane aggressivo con un comportamento incontrollabile e quindi pericoloso. Non va dimenticato, sottolinea ancora Giuseppe, che il cane ha un’indole molto simile a quella dei bambini; il cane è schietto, diretto, giocoso e allegro e sebbene anche per lui passino gli anni difficilmente l’animale perde queste caratteristiche.

Piccoli suggerimenti quelli di Giuseppe, educatore cinofilo di terzo livello, che se attuati con costanza possono dare ottime soddisfazioni.

Ottime soddisfazioni, Giuseppe le ha ottenute da un suo pastore tedesco a cui è stata assegnata una medaglia al valore. Infatti l’esemplare, dopo essere stato “formato” dallo stesso e assegnato a un reparto speciale di servizi di sorveglianza, ha aiutato a sventare un attacco terroristico ad un gasdotto evitando così una tragedia.

Onorato per quanto fatto dal cane, Giuseppe con la sua umiltà che lo contraddistingue, sottolinea che per sapere se il proprio pastore tedesco sta bene, basta guardarlo negli occhi e veder se il suo sguardo è attento e vigile. Se lo sguardo ha queste caratteristiche, il cane è in perfetta forma, in caso contrario qualcosa sta turbando il suo carattere.

L’addestratore, ribadendo che l’addestramento e l’attività sul lavoro per il cane deve essere come un gioco, ovviamente sottolinea che un cane come il pastore tedesco, con un’indole mite, ma dinamica e con una stazza non enorme, ma grande, non è un giocattolo o non va soggiogato o tenuto al chiuso. E’ fondamentale, prima di prendere un cane, rivolgersi ad un professionista.

Come tutti noi l’animale necessita di cure, lunghe passeggiate, dinamismo (non va dimenticato che è un cane da lavoro), ma soprattutto tanto tanto amore che verrà sempre ricompensato.

Alessandro Lopergolo

Ultima modifica Lunedì, 18 Gennaio 2021 09:07

Ultimi Tweets

Coronavirus in Basilicata. Confermato il nuovo trend negativo https://t.co/cEjrfy7utD #coronavirus #COVID19
Per esigenze organizzative la sfilata dei Bersaglieri avrà inizio alle ore 16.30 partendo da piazza Giulio Cesare.… https://t.co/sEu8n5U1mZ
Grandinata record, Pisticci chiede lo stato di calamità https://t.co/9KyNoUqNJQ
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Piano vaccinale personale scolastico: per Flc Cgil ennesimo episodio di improvvisazione della Regione Basilicata

Coronavirus in Basilicata: un caso a Pisticci, ma in Basilicata i contagi non calano

Gino de Canio, ex allenatore del Pisticci, racconta Antonio Conte suo secondo a Siena e Roberto D'Aversa suo atleta e mister a Parma

La sindaca Verri su ampliamento pista Matteri: “il CSI passi dalle parole ai fatti”

Lotta all’abbandono indiscriminato dei rifiuti. Continuano i controlli dei Carabinieri

Asm: da domani 4 marzo prosegue vaccinazione over 80 di Matera

No alla zona rossa. La Lega Giovani Basilicata si rivolge al ministro Speranza

Coronavirus in Basilicata. Tasso di positività al 9,6%, 7 nuovi casi in territorio di Pisticci

Verri su vaccinazione over 80: Se impegno non verrà rispettato, non esiterò a denunciare le mancanze della Regione