Mercoledì, 29 Maggio 2024

Siccità, agricoltura in ginocchio: la richiesta alla Regione di una azienda agricola di Pisticci

Lunedì, 08 Aprile 2024

Riceviamo e pubblichiamo una nota, ma è più che altro il grido d’allarme di Piero Quinto, titolare di un’azienda agricola pisticcese, che denuncia le forti criticità del mondo agricolo causate dalle mancate piogge e dalla conseguente siccità. Quinto chiede l’istituzione a chi di competenza, di un tavolo tecnico istituzionale regionale e lo stato di calamità naturale. Di seguito la nota stampa inviata in redazione:

Richiesta calamità naturale Siccità Regione Basilicata e istituzione tavolo istituzionale regionale”

"La siccità continua a tenere in scacco l'agricoltura e le aree rurali del Mezzogiorno d'Italia, con conseguenze che rischiano di avere pesanti ricadute su tutte le produzioni del settore primario meridionale.

Il protrarsi dell’assenza di precipitazioni in questo fine inverno inizio di primavera sta destando non poche giustificate preoccupazioni. La mancanza di piogge negli areali della Basilicata jonica e in tutta la collina Materana sta mettendo in seria difficoltà alcune coltivazioni ed in particolar modo le colture cerealicole di tipo estensivo.

L’assenza di precipitazioni, che si protrae oramai da più di due mesi, ha pressoché vanificato gli effetti della distribuzione dei fertilizzanti azotati, i quali non solubilizzati per la mancanza di acqua, non hanno potuto raggiungere gli apparati radicali per essere assorbiti.

La siccità, il prolungato periodo di soleggiamento ed il relativo anomalo rialzo termico, ha notevolmente amplificato le problematiche in questa delicatissima fase del ciclo produttivo delle colture coinvolte.

I frumenti vittime di stress idrico, si trovano a fare i conti con un metabolismo rallentato ed una scarsa attività fotosintetica che, unitamente alla limitata presenza di soluzione circolante nel terreno, portano le piante ad avere una disponibilità azotata assolutamente insufficiente rispetto alla crescente richiesta legata alle fasi fenologiche di fine accestimento inizio levata.

Tutto il mezzogiorno è attanagliato da questa siccità gravissima con un rischio scioccante per le aziende cerealicole che hanno affrontato costi di produzioni senza ricavare niente nel periodo di raccolta.

Si chiede un tavolo tecnico istituzionale regionale per attenuare questa grave crisi idrica e siccitosa con uno stato di calamità naturale per accentuare in grosso modo la grave crisi agricola di tutti i produttori ma anche i consumatori".

Post Gallery

Mister Lavecchia lascia il Pisticci. “Ho bisogno di nuovi stimoli, grazie a tutti di cuore”

Il presidente Marrese ha incontrato una delegazione dell’ANA UGL

Il 4 giugno consegna borse di studio del Concorso sulla Sicurezza stradale organizzato dal Comune

Decreto Caivano: avviso del Questore nei confronti di un giovane

Tenuta Visconti insignita del premio Industria Felix

La cantautrice gama finalista del concorso “Permette Signorina”

Un successo la presentazione del romanzo “Memorie di una famiglia di guantai”

La mostra Basilicata Eccellenze culturali ed enogastronomiche all’IIS “G. Fortunato” – IPSEOA ITAA di Marconia

Un valido aiuto per tutte le mamme e i papà