Giovedì, 25 Aprile 2024

Dai calanchi al mare, dai boschi ai quartieri storici. Visit Pisticci, il marchio creato nel 2018 per promuovere le bellezze turistiche di questa splendida zona della Basilicata, sbarca sul web con un sito internet www.visitpisticci.it.

Da lunedì alcune regione cambieranno colore. Grazie al regressivo andamento della pandemia, si svuotano le terapie intensive e diminuisce l’Rt, per cui molte regione passeranno dall’arancione al giallo.

Segue nota stampa dei consiglieri regionali Carlucci, Perrino e Leggieri del M5s

Quando la politica sottovaluta la dimensione strategica delle scelte commette un grave errore, ancor peggio se prevalgono atteggiamenti superficiali e non costruttivi. Parliamo dell’alta velocità, il progetto di realizzare una interconnessione a Romagnano con la linea esistente Taranto-Potenza-Battipaglia. Non è in discussione la legittimità di diverse opinioni ma la difficoltà di avviare un esame di merito mettendo in condizioni anche i cittadini di esserne partecipi e protagonisti. E’ stato detto, ridetto tante volte, eppure giova ripeterlo per gli smemorati o gli indifferenti: i trasporti sono per la Basilicata come l’ossigeno per il corpo umano. Una questione di vita o di morte. La perifericità infrastrutturale della nostra Regione rende un moderno sistema trasportistico, fatto di infrastrutture stradali, ferroviarie, aeroportuali, portuali e servizi connessi, l’elemento decisivo per la crescita del territorio. Oggi, dopo che le prospettive per la TAV si sono fatte più chiare e definite, si torna incomprensibilmente a parlare di scenari che vedrebbero la Basilicata marginalizzata rispetto al progetto. Il contenuto del PFTE pubblicato nei giorni scorsi sostiene la soluzione che prevede una interconnessione alla progressiva km 33 con la linea storica Battipaglia-Potenza-Taranto. Il documento chiarisce espressamente che in Basilicata non avremo l’alta velocità: non vedremo sfrecciare i treni a 300 chilometri all’ora ma al massimo a 90 chilometri all’ora, tenendo conto che in alcune parti del tracciato la velocità massima sarà di 60-80 km/h.

Tutto ciò avviene con il complice silenzio del Governo regionale che, evidentemente, ritiene la scelta di Rfi e Governo nazionale la migliore possibile soluzione per noi lucani. Nessuna voce di protesta si è levata per dire basta alle penalizzazioni a cui siamo sottoposti. Per quale motivo non è stata presa in considerazione l’interconnessione AV Auletta-Tito alla progressiva km 44 del lotto Battipaglia-Praja? Esiste il progetto di fattibilità di questa soluzione che di fatto poteva completare il corridoio AV fino a Potenza? Temiamo di essere l’unica voce che urla nel deserto. È possibile che non freghi niente a nessuno del futuro della Lucania?

Di seguito una nota stampa del Consigliere Regionale del Movimento 5 Stelle, Gianni Perrino:

Post Gallery

Ancora un furto ad opera della “banda del bancomat”

Al Cineparco Tilt una serata in ricordo dello scrittore Enzo Montano

Imponente operazione di Polizia: 24 provvedimenti cautelari, scoperta vasta “piazza di spaccio”

Omaggio a Papa Francesco che benedice la statua di S. Giuseppe Lavoratore e la Città di Pisticci

Il Teatro Festival Ferrandina, chiude con Cesare Bocci e “Paul McCarteney e i Beatles. Due leggende”

Dal 25 aprile al 1° maggio in scena il Torneo delle Regioni 2024

Sodalizio criminale operante a Policoro: eseguite 24 misure di custodia cautelare

Al cineteatro Rinascente in scena “Il Conte Tramontano”

Elezioni europee: gli studenti potranno votare fuori sede. Ecco cosa e come fare