Martedì, 16 Luglio 2024

Tutto pronto per la finalissima del 29° Torneo “Maria Ss. della Bruna” di calcio a cinque organizzato dal Comitato di Matera del Centro Sportivo Italiano. La competizione sportiva, agonistica e spettacolare offerto dalle squadre in campo decreterà la migliore mercoledì sera, 17 luglio 2024 dalle ore 21, come sempre nella struttura sportiva della Parrocchia di San Giacomo. A contendersi il 29° Trofeo saranno l’Agenzia La Lucana/Central Frutta e la Gica Ice.

Si svolgerà a Matera, il 19 luglio prossimo, la “Giornata della Legalità”, organizzata dall’Associazione Antiracket “Falcone Borsellino” di Montescaglioso, in collaborazione con la Polizia di Stato e con il patrocinio del Comune di Matera. L’iniziativa è promossa in occasione del 32° anniversario della strage di via D’Amelio, in ricordo del giudice Paolo Borsellino e della sua scorta.

La Polizia di Stato di Matera ha notificato ed eseguito a carico di un 54 enne di Matera - titolare di una rivendita di veicoli usati multimarche e di provenienza estera - l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Matera, per i reati ipotizzati di truffa continuata e falso, commesso in forma aggravata, a Matera, dal febbraio 2022 e fino al novembre 2023 in danno diversi utenti.

Dopo i festeggiamenti in onore di “Maria Santissima della Bruna” alla quale è dedicato il Torneo di calcio a cinque estivo organizzato dal Comitato di Matera del Centro Sportivo Italiano, spazio alle fasi finali. L’eliminazione diretta, come sempre, è una gara secca, senza possibilità di replica e nelle quali, in 50’ bisogna dare il massimo per superare l’avversario. Assenze e condizioni fisiche non ottimali possono spostare gli equilibri, ma anche determinazione e convinzione sul rettangolo di gioco. Così, dalle quattro sfide dei Quarti di finale ecco le sorprese che probabilmente in pochi si aspettavano.

La Polizia di Stato di Matera ha tratto in arresto in flagranza differita un 69enne, incensurato. L’Ipotesi di reato a suo carico: atti persecutori, tentata violazione di domicilio e possesso ingiustificato di armi bianche. I fatti: al 113 giungeva la telefonata di una donna che, fortemente agitata, riferiva di essersi barricata in casa assieme al fidanzato, poiché lo zio cercava di sfondare la porta con calci e pugni, per entrare nell’abitazione. Sul posto sono arrivati un equipaggio della Squadra Mobile e uno delle Volanti, che hanno trovato l’uomo ancora all’interno della proprietà della richiedente: indosso gli è stato rinvenuto un coltello da cucina e altri tre si trovavano all’interno della sua auto. La donna, che ha dovuto fare ricorso alle cure mediche, ha quindi sporto denuncia nei confronti dello zio.

Pagina 1 di 174

Post Gallery

Incendio in abitazione a Rotondella: morta una donna

Basengas avvisa: attenzione alle truffe e alle false voci

Omicidio Policoro, lo sconcerto dell’Ugl Matera: “Cittadini pagano i costi sociali di una cultura criminale spietata”

Intervento del sindaco di Policoro sul grave delitto accaduto a Policoro

Fiati Festival Ferrandina 2024, dal 22 al 28 luglio un viaggio musicale nelle “Contaminazioni”

A Pisticci Scalo predisposta una autobotte per fronteggiare la mancanza d’acqua

Festa di apertura del lido inclusivo “Il Sogno del Capitano” con la Youtuber Lucilla

S.S. 407 Basentana, Cifarelli PD: presentata interrogazione consiliare

Fermato dai Carabinieri il presunto autore dell’omicidio del clochard di Policoro