Sabato, 13 Aprile 2024

Presidente de “La Pacchianella” Adduci, lamenta silenzio della stampa e mondo culturale verso il gruppo

Lunedì, 26 Febbraio 2024

Ne ha per tutti il mitico Presidente de “La Pacchianella” Giuseppe Adduci, che denuncia l’assordante silenzio “a cui viene sottoposto il gruppo che guida, che a giorni compie 55 anni di attività. “Sono basito, sbigottito, adirato - spiega Adduci attraverso una nota dei giorni scorsi - per come il “mondo culturale” di altro genere rispetto al Gruppo, venga osannato con trionfalismo eccessivo, oscurando, obliando l’opera maestosa dell’Associazione Folklorica.

Il mondo della Cultura del Territorio viene sistematicamente esaltato e non si tiene in considerazione la divulgazione delle ancestrali Tradizioni Popolari messe in campo da La Pacchianella, ovunque e maggiormente oltre i confini. La Cultura Popolare pisticcese - aggiunge - è la culla dello immenso patrimonio delle Tradizioni Popolari, faro non solo di Pisticci, ma della intera Basilicata”. Adduci va oltre, contestando ai giornali quotidiani e in particolar modo alla Gazzetta del Mezzogiorno (giornale con cui, chi scrive, ha collaborato per oltre 30 anni dal marzo 1988), ma anche altri giornali lucani, accusati di “non pubblicare più articoli dei corrispondenti, dando spazio, di tanto in tanto a servizi non firmati di altre Entità folkloriche”.

A questo punto però, è opportuno fare una precisazione - ma Adduci, penso ne sia a conoscenza, perché notorio - che La Gazzetta del Mezzogiorno, ha da tempo chiuso la redazione di Matera e che i corrispondenti locali, da qualche anno, hanno definitivamente risolto il rapporto di collaborazione con lo storico foglio pugliese. Per quel che riguarda gli altri giornali lucani, dalla “Nuova Basilicata” al “Quotidiano”, è risaputo che da qualche anno, non hanno più un corrispondente di riferimento da Pisticci, per cui nessun articolo poteva essere trasmesso e pubblicato. Ma se, come sostiene Adduci, “di tanto in tanto gli stessi giornali lucani pubblicano articoli non firmati, di altre entità folkloriche”, è cosa che francamente non conosciamo. Noi comunque, per quello che ci riguarda, possiamo solo affermare che da sempre, sia il sottoscritto, che i giornalisti Giuseppe Coniglio e Piero Miolla, attraverso quella Gazzetta (che lui dice di non comprare più), hanno sempre dato ampio spazio alla attività del glorioso gruppo folklorico pisticcese, per spettacoli sia a Pisticci e suo territorio, ma anche nella regione, fuori regione e all’estero. La nostra, comunque, senza punte di polemica, vuole essere solo una precisazione che andava fatta e che, per amor di verità, penso che il Presidente Adduci, spero possa condividere, atteso anche, il mai venuto meno impegno di chi scrive, che, attraverso “Pisticci.com”, non ha mai interrotto la collaborazione, con pubblicazione di servizi sulla gloriosa Associazione Folk pisticcese. E di questo, spero, possa essere dato pubblicamente atto.

Ritornando alla nota del Presidente Adduci, va sottolineato che lo stesso, tra l’altro, lamenta anche il comportamento dell’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Albano, “che sin dal suo insediamento - spiega -  ci ignora totalmente tanto da interrompere, noi, ogni contatto, poiché non possiamo tollerare l’offesa del silenzio e dei rifiuti, per noi Gruppo, intollerabile”. Testuali parole di Adduci, per una vicenda che, ci auguriamo, sia frutto solo di malinteso e che comunque andrebbe affrontata e risolta, per il bene dei rapporti con le istituzioni (comune) e della nostra cultura. In chiusura della nota, il massimo esponente de La Pacchianella, in modo appassionato, ricorda che “il Gruppo, va preservato, seguito, sostenuto, poiché dall’Australia al Canada, in tutta Europa ed in Italia, in lungo e largo, ha portato sempre in auge Pisticci e la Regione Lucania con probanti successi, regalando sempre pace, allegria, colori, divertimento”. Noi, come sempre - è l’occasione per precisarlo - siamo stati sempre a fianco delle attività de La Pacchianella, continueremo a farlo,  augurandoci che il tutto possa produrre consensi a favore di una storica Associazione, guidata da un mitico Presidente, che consideriamo anche “Padre putativo” del Gruppo, che  insieme hanno contribuito anche a fare la storia della nostra città e che in oltre mezzo secolo di vita, si è fatta conoscere e apprezzare in tutto il mondo, attraverso applauditi, straordinari spettacoli folklorici, sempre di qualità.

Michele Selvaggi

Ultima modifica Lunedì, 26 Febbraio 2024 13:02

Post Gallery

76enne muore dopo essere precipitato dal 3° piano

Domenica in piazza Elettra pubblico comizio del candidato alla presidenza della regione Piero Marrese

Il candidato Mario Lazazzera “ospita” il presidente della Regione Bardi a Pisticci

La giovanissima poetessa Marianna vincitrice regionale del concorso Eplibriamoci 2024

Sabato 20 aprile esposizione temporanea "Enotri senza veli"

Furti, Giordano (Ugl): “Continuano episodi che turbano nel Metapontino”

Estrazioni al 2068: la Regione Basilicata si considera una colonia petrolifera extra/UE?

Vertenza Centro Geriatrico Matera, soddisfazione Fials Matera

In scena al Pala Sergio l’ultima gara del campionato di calcio a 5