Venerdì, 19 Luglio 2024

Pubblichiamo una nota dell’allenatore Antonio Lavecchia, che dopo 7 lunghi, bellissimi e vincenti anni, dice addio alla Pol CS Pisticci.

Da parte sua i saluti e i ringraziamenti a chi, con lui, ha fatto la storia di questo sport a Pisticci. Parole, che per chi conosce mister Lavecchia, la sua storia e i sacrifici che ha sostenuto con tutti coloro i quali hanno fatto negli anni della Pol CS Pisticci la loro casa dedicando tempo, denaro e tanto tanto sudore, non possono che lasciare con il magone, con un senso di tristezza che solo chi realizza le cose con il cuore può davvero capire fino in fondo.

Queste le parole dell’ormai ex allenatore gialloble:

"Arrivato in punta di piedi e sopratutto con un numero di giocatori contati con cui affrontare un grande campionato di serie C1. Una clausola misi, avrei accettato se si fosse fatto il settore giovanile, sono stato accontentato perché la “Società” (virgolettato perché agli occhi di tutti si è visto chi è stato in campo) mi ha accontentato, anzi si è impegnata con me per togliere i ragazzi dalla strada. In poco tempo avevamo una rosa folta di prima squadra una buona Under 19 e si iniziavano a vedere dei piccoli atleti al ex Palaolimpia. Inizio di stagione non proprio esaltante 1 sconfitta e 5 pareggi consecutivi, ma intorno a me c’era ottimismo, c’era calore, c’era il sostegno e c’era serenità. Fine stagione con un 5 posto diciamo nelle aspettative. Il mio sogno era fare tutte le categorie, essendo nello staff federale sapevo cosa significasse il settore giovanile e sopratutto il prestigio di una società che allestisce tutte le categorie e Pisticci ci è riuscita risultando una delle poche società lucane a realizzarlo.

Non voglio fare assolutamente nè cronistoria nè pubblicità di 7 anni bellissimi intensi e tantomeno esaltare quel meraviglioso anno del triplete (deformazione interista) un anno che nella mente mia e dei ragazzi del mondo del futsal e di Pisticci non uscirà mai e non scalfirà per nulla chi cerca di sminuirlo

Tutto inizia tutto finisce, finisce materialmente, ma non potrà mai finire nella mente, nel cuore, quel cuore che ha stampato dentro i cuori gialloblè.

Ringraziare tutti significa fare un post di giorni e comunque qualsiasi persona che ha calpestato con me le mattonelle degli spogliatoi e del palazzetto appartiene ai miei bei ricordi e a questa bellissima esperienza.

Poi ci sono loro, coloro che mi hanno fanno diventare grande, senza di loro io non sarei mai un ricordo bello in questa disciplina, quei ragazzi che si buttavano nel fuoco per me e per i colori che indossavano, che si stanno facendo strada a livello anche nazionale, nelle rappresentative ai raduni Future Cup e chi ha deciso di fermarsi un attimo. Mi manca la coppa Italia di C1 e un campionato di Under 15 in bacheca, ma è relativo per un gruppo di persone che ha messo al centro la voglia di crescere, di associazionismo più che di vincere a tutti i costi.

Sottolineo che la mia uscita di scena non dipende da nessun disguido con persone attualmente in società a cui auguro di portare il nome di questo paese il più in alto possibile e sono convinto ci riusciranno. Solo che il mio tempo è finito in questo contesto e ho bisogno di nuovi stimoli, di nuove idee, di nuova linfa, cose che non mi avrebbero permesso di dare il 100% a chi gestisce e investe.

Infine non per ultimo, ma perché sono i primi e sono gli unici che voglio nominare, gli Ultras Pistoikos, un gruppo esplosivo e speciale allo stesso tempo, un gruppo che ne ha visti di tutti i colori non solo gialloblè, un gruppo che non ci ha mai fatto mancare il sostegno. Come dimenticare, noi nello spogliatoio di Rivello, una partita difficile, tosta, silenzio concentrazione, forse paura, all’improvviso un boato cori e canti per noi, si alza la magia, si alza la voglia di portarla a casa. Forse senza di loro non ce l’avremmo fatta. Il momento più alto, più emozionante della mia storia, della nostra storia (ho la pelle d’oca ancora adesso). Grazie ragazzi grazie di tutto, grazie a te unico grande TORE, la mia storia con questo stemma finisce e la lego tutta a te…

Grazie Pol.Cs.Pisticci, grazie Pisticci.com sempre al mio e nostro fianco. Grazie di tutto!"

Sebbene l’inizio del campionato è ancora lontano, dopo l’addio di mister Lavecchia vedremo cosa farà, cosa deciderà e cosa comunicherà la società gialloble che vede ruotare i vertici sempre più intorno al duo Mercorella-Carlone.

Era il 27 novembre 2015 quando per caso ci troviamo in un sabato pomeriggio al " PALASERGIO" per guardare una partita.

Si è svolto in un clima di grande partecipazione nonché affetto e gioia, il “Primo Memorial Salvatore Sergio”. Nella tensostruttura a lui dedicata da poco, gli amici del compianto Salvatore, scomparso prematuramente un anno fa, hanno allestito una bellissima manifestazione in suo ricordo. I ragazzi del Gruppo Pistoikos, gruppo ultras fondato proprio da Salvatore, hanno infatti organizzato un torneo di calcio a cinque maschile e femminile dove il risultato sportivo ovviamente è passato in secondo piano, lasciando spazio alla commozione scaturita da alcuni aneddoti e dal ricordo del grande capo degli ultras.

Dopo l’intitolazione del già PalaOlimpia, ad un anno dalla scomparsa, a Pisticci si ricorda il compianto tifoso gialloble Salvatore Sergio. Mercoledì 14 febbraio presso il Pala Sergio andrà in scena il “Primo Memorial Salvatore Sergio” in onore del giovane ultras. Una kermesse che vedrà la partecipazione di quattro squadre ovvero gli amici di Tore, una rappresentativa degli Ultras Pistoikos e le squadre femminile e maschile della Pol.CS Pisticci.

Al grido di “Mai solo un ricordo” i ragazzi del gruppo Ultras Pistoikos continua e continuerà ad onorare uno dei suoi fondatori. Gli stessi ringraziano l’assessore allo sport e alle politiche sociali del Comune di Pisticci, Dolly Troiano, per la sua disponibilità e per il interesse mostrato e vi aspettano numerosi a partire dalle ore 17:00.

William Grieco

Importante appuntamento nel segno dello sport e del ricordo di un compianto giovane concittadino. Sabato 9 Dicembre, dopo il fischio finale del match valido per la serie C1 tra Pisticci e Gorgoglione, la struttura di Via Olimpia verrà intitolata a Salvatore Sergio, fondatore e storico partecipante del gruppo di tifosi Ultras Pistoikos, scomparso prematuramente in giovane età.

Pagina 1 di 2

Post Gallery

Vigili del Fuoco: da Perugia partita una colonna mobile in segno di cordoglio e solidarietà

La Gica Ice trionfa al torneo della Bruna di calcio a 5 a Matera. Foto

Basentana: il sindaco di Pisticci ascoltato in Commissione Ambiente e Infrastrutture della Camera

Insediata la Consulta comunale dei Giovani. Foto

Araneo (M5S): la sfida della parità di genere nelle giunte comunali

Giordano (Ugl): “Crediamoci sulla pista Mattei di Pisticci”

Bernalda: diffida in merito ai lavori di ammodernamento della SS 407 Basentana in territorio bernaldese

Eccellente iniziativa per pulire Bosco Pantano

Monitoraggio di Goletta Verde in Basilicata: i campioni analizzati risultano entro i limiti di legge