Mercoledì, 19 Giugno 2024

L”Azienda Sanitaria di Matera comunica a tutti gli utenti che gli orari di apertura degli uffici CUP di Piazza Matteotti e di Piazza Firenze a Matera, sono variati.

Il Madonna delle Grazie è tra i primi in Italia ad effettuare l’impianto di questo dispositivo miniaturizzato

Sono 13 i nuovi assunti a tempo indeterminato che oggi hanno firmato il contratto di lavoro con l’Azienda Sanitaria Locale di Matera. Ad accoglierli in sede, questa mattina, è stato il Commissario Straordinario dell’ASM insieme all’Assessore Regionale alla Salute e politiche della persona. Dei tredici professionisti, tutti giovani, sei sono infermieri professionali e sette operatori socio sanitari.

In merito ad alcune dichiarazioni rilasciate qualche girono fa alla stampa dal presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap (FISH), Carmela De Vivo, sull’assenza di un servizio diagnosi relativo all’autismo nelle strutture sanitarie pubbliche di Basilicata, il Commissario Straordinario dell’Azienda Sanitaria Locale di Matera precisa che tale servizio è garantito all’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera in collaborazione anche con la Fondazione Stella Maris Mediterraneo, con sede a Chiaromonte, che si occupa della diagnosi e del trattamento di pazienti in età evolutiva con disturbi di pertinenza neuropsichiatrica. Si sottolinea, pertanto, che la diagnosi viene effettuata all’interno del servizio di Neuropsichiatria Infantile dell’ospedale di Matera sia in regime di Ricovero Ospedaliero che in Day Hospital da un’equipe multidisciplinare (neuropsichiatra, psicologo, logopedista, terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, educatore professionale, fisiochinesiterapista) tramite l’utilizzo di protocolli clinici standardizzati e con il supporto, ove necessario, delle prestazioni del laboratorio di Genetica, Elettroencefalografia e Risonanza Magnetica.

“In occasione della giornata mondiale di sensibilizzazione dell’autismo – afferma Mario Marra, presidente di Stella Maris - l’Azienda Sanitaria di Matera e la Fondazione Stella Maris Mediterraneo hanno esposto il consuntivo dell’attività della neuropsichiatria infantile dell’Ospedale di Matera dove si effettua attività di ricovero ai fini della diagnosi delle patologie neuropsichiatriche e con particolare riferimento all’autismo. I dati delle diagnosi confermano la crescita del fenomeno. Infatti dal 2016, anno di avvio dell’attività di ricovero, ad agosto 2023 sono state effettuate oltre 500 diagnosi di autismo”.

A Chiaromonte la Fondazione ha attivato un’unità operativa di riabilitazione precoce dell’autismo che adotta un modello evolutivo a base socio-relazionale: l’“Early Start Denver Model” (ESDM). La struttura accoglie i bambini fino a 48 mesi che hanno già ricevuto una diagnosi di autismo, insieme ai loro genitori. 

La Fondazione Stella Maris Mediterraneo sulla base di un Protocollo d’Intesa, tra la Regione Basilicata e l’IRCCS Stella Maris di Calambrone (Pisa), garantisce la funzione regionale di Neuropsichiatria Infantile. La Fondazione, in stretta collaborazione con l’ASM, l’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera, e l’ASP di Potenza, ha realizzato un Centro di eccellenza clinico e di ricerca articolato su due strutture.

I medici rientrano nel piano assunzioni 2024 che prevede 255 nuove figure professionali a tempo indeterminato

Post Gallery

La Pol CS Pisticci allarga la collaborazione anche con la Pol Craco

Guardie mediche turistiche sulla fascia ionica e a Matera, pubblicato l'avviso dell'ASM

Collocati nei Commissariati di Policoro e di Pisticci due defibrillatori donati dall’Associazione Gian Franco Lupo

A Marconia incontro formativo sulla riforma dello sport

Via alle celebrazioni del 250° anniversario della fondazione del corpo della Guardia di Finanza. Foto

A Bernalda in Consiglio Comunale si vota per l’incompatibilità del sindaco

Intervento di Giordano (Ugl Matera) su Guardie Mediche nel Metapontino

In Basilicata scomparsi quasi 2500 ettari netti di terreno

Al Tilt di Marconia la presentazione dei risultati degli scavi dell’Incoronata