Sabato, 10 Dicembre 2022

In ricordo di Romano Giovinazzi che da poco ci ha lasciati

Martedì, 22 Novembre 2022

“Addio Romano. Adddiooo!!! Tra le tue malattie, la tua solitudine, il tuo fedele cane e la compagnia dei mille libri che leggevi, mi dicevi spesso - ricorda sempre i nostri paesi della domenica e il nostro mare d’inverno - Romano, ti voglio bene. Pregherò per te”.

E’ il pensiero toccante e gentile, ma anche la testimonianza affettuosa - attraverso un manifesto murale - di un nostro concittadino, certamente un suo carissimo amico, che, per l’occasione, ha scelto l’anonimato per ricordare pubblicamente Romano Giovinazzi, lo stimato compaesano che ci ha lasciati all’improvviso solo pochi giorni fa.

Non sappiamo chi è questa persona, ma non possiamo che apprezzare il suo gesto generoso e la sua libera scelta dettata dal grande affetto che serbava per lui. Sicuramente si tratta di qualcuno che spesso, verso Romano, non mancava di esternare la sua attenzione attraverso ripetute espressioni di affetto, come quella di poche ore prima del decesso (come qualcuno ci ha informato senza nominarlo), davanti ad un bar del centro della nostra città, dove Romano quella mattina era seduto accompagnato dal suo inseparabile cagnolino. Se si tratta della stessa persona (che rimarrà sempre nell’anonimato come lui desidera) non possiamo che immaginare il suo stupore nell’apprendere della sua improvvisa dipartita, magari ricordando che quella di solo poche ore prima, dopo tante, era stata la sua ultima manifestazione di generosità e affetto verso un amico che rispettava ed a cui voleva molto bene.

Noi ci fermiamo qui, non prima di aver ricordato Romano come uomo riservato, corretto, intelligente, sempre attento alla vita del suo paese, per qualche anno anche giudizioso e attento corrispondente locale del giornale “La Nuova Basilicata”, uomo di cultura e grande divoratore di libri, ma anche amante degli animali, soprattutto di uccelli.

Ricordandolo come merita, cogliamo l’occasione per esprimere il nostro cordoglio al fratello dottor Roberto e a sua moglie, alla sorella Margherita e ai parenti tutti, anche in quel caro ricordo dei suoi squisiti genitori.  Come erano appunto, papà Mimì e mamma Lucia.  

Ultimi Tweets

From IFTTT
Domenica al “Michetti” big match tra Elettra Marconia e Matera Città dei Sassi https://t.co/mkdLr6wTA9 https://t.co/2nvensWlqH
From IFTTT
In Basilicata aumentano i rifiuti nucleari https://t.co/HMnVDQEkU4 https://t.co/ztMHWiJd6Z
From IFTTT
Scarcerato il figlio del boss Schettino https://t.co/a6HlnQgVEq https://t.co/utE2rij3Ka
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Domenica al “Michetti” big match tra Elettra Marconia e Matera Città dei Sassi

In Basilicata aumentano i rifiuti nucleari

Scarcerato il figlio del boss Schettino

L’analisi di mister Masiello prima della gara contro la Diaz

Miolla, Di Trani, Calandriello e Grieco: “La Giunta Albano calpesta il diritto alla partecipazione”

Il “talentino” Paolo D’Onofrio “Disposti a tutto pur di cambiar andamento”

Inaugurazione Largo Notte Santa Apollonia: il commento della consigliera provinciale Viviana Verri

Gli Stati Generali di Internet ed i Diritti nel Metaverso. Evento con il prof. Cassano nella Luiss di Roma

A Marconia grandissima partecipazione alla “Marcia per la Pace”