Mercoledì, 28 Febbraio 2024

Basilicata hub italiano per l'idrogeno? Il pensiero di Mediterraneo No Triv

Sabato, 24 Aprile 2021

Con un comunicato stampa del 22.4.2021   (fontehttps://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/potenza/1295117/basilicata-si-candida-come-hub-italiano-per-lidrogeno-tanto-nella-produzione-che-nello-stoccaggio.html ) abbiamo letto le seguenti dichiarazioni dell'Assessore all'Ambiente Gianni Rosa: “Proporrò nella prossima seduta della giunta regionale il programma di implementazione del Centro nazionale di alta tecnologia ambiente ed energia dove coniugare la ricerca scientifica con la ricerca applicata, in una regione che presenta tutte le condizioni ottimali per lo sviluppo di alta tecnologia che utilizzi in maniera sostenibile le risorse di cui siamo ricchi, dall’acqua al petrolio, dai parchi all’agricoltura, senza disperdere l’identità del paesaggio lucano».

Il comunicato è stato poi ripreso e sostenuto da alcune sigle sindacali e da alcuni esponenti politici lucani.

Nel predetto comunicato si parla, quindi, di decisioni da assumere in Giunta e successivamente, di riunioni condivise e partecipate anche da SEL.

Indubbiamente la scelta del procedimento da assumere per una decisione così importante, appare discutibile per metodo e strategia.

Non sono mancati rilievi e criticità di una parte della politica Lucana sulle nomine dei vertici di SEL

(https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/potenza/1198419/regione-basilicata-scoppia-la-bufera-nomine-tra-incompatibilita-e-riforme.html) e ciò pone legittime domande nel lettore attento alle vicende Lucane.

Si rende però necessario capire come si è giunti a una decisione di tal genere.

Di certo i Lucani vengono informati a “giochi fatti” e pertanto, appare concreto il dubbio che ancora una volta l'informazione e la trasparenza in materia ambientale, non è stata rispettata.

Al fine di scardinare questa ipotesi si rende urgente organizzare un evento/incontro aperto ai cittadini e da realizzare anche in modalità streaming.

Siamo, forse, in un Paese di diritto e quindi, progetti e decisioni che possono avere un rilevante impatto sul territorio e sulla sicurezza e salute dei Lucani, devono consentire il dibattito e l'informazione aperta e libera.

In Basilicata non abbiamo bisogno di comunicati stampa che non dicono nulla ma di informazione vera e soprattutto di trasparenza.

Se la decisione così assunta è priva di elementi di criticità sia in merito all'iter policoto-istituzionale, allora non ci sarà alcuna difficoltà per l'Assessore all'Ambiente Gianni Rosa di rendersi disponibile a fornire dati e informazioni in un pubblico dibattito.

Noi ne siamo certi....o quasi.

Mediterraneo no triv

Post Gallery

Conclusa la prima tappa del Cinefrutta 2024 a Pisticci, domani si replica a Marconia

Le iniziative dell’ASM all’ospedale di Policoro per la giornata mondiale dell’udito

Per la festa della donna, a Marconia concerto delle “Insolito Pop”

Si finge prete, arrestato dalla Polizia per truffa

L’alberghiero di Marconia al 2° Memorial Francesco Testa

Processo Materit: condannati i 5 imputati, pena prescritta

Questione S.S.407 Basentana: convocato il consiglio comunale aperto

Maltratta la madre e picchia il fratello: la Polizia interviene

Mariangela Zito verrà intervistata da Chin International Radio di Toronto