Martedì, 20 Febbraio 2024

Il capogruppo del Pd ha presentato una interrogazione: "la mancanza di visione e programmazione della Regione sta penalizzando un’area industriale importantissima per la Basilicata, cuore della Zona Economica Speciale Jonica"

All’Azienda Sanitaria di Matera si continua a procedere con atti di dubbia legittimità. E’ quanto dichiara il capogruppo PD in Consiglio regionale, Roberto Cifarelli. L’ultimo in ordine di tempo riguarda la nomina del nuovo direttore amministrativo dott. Matteo Orciuli che dovrebbe sostituire il precedente direttore amministrativo dott. Massimiliano Gerli dimessosi dopo l’approvazione del consuntivo 2021 chiuso con uno squilibrio di bilancio della predetta Azienda Sanitaria.
Non si riesce davvero a comprendere, continua il dirigente PD, come sia possibile che la Direttrice Generale dell’ASM della quale non siamo a conoscenza se sia formalmente e legittimamente ancora in carica, continui a deliberare atti di dubbia legalità e sicuramente imbarazzanti sul profilo politico.
La inadeguatezza di Bardi, Fanelli e dell’ex Leone sono evidenti a tutti alla quale si aggiunge anche il disprezzo nei confronti dei lucani per nomine di Direttori Generali della Aziende Sanitarie utili solo a far quadrare gli equilibri di potere interni al centrodestra.
Sugli atti prodotti dalla Giunta regionale e dalla Dott.ssa Pulvirenti ho prodotto numerose interrogazioni consiliari di cui attendo ancora risposta:
Marzo 2021: Interrogazione a risposta scritta (ai sensi dell’art.105 e seguenti del Regolamento interno del Consiglio regionale) su “Nomina Commissario dell’Azienda Sanitaria Locale di Matera”.
Giugno 2021: Indizione avviso pubblico di selezione per il conferimento dell'incarico di Direttore Generale dell'Azienda Sanitaria Locale di Matera (ASM)”. Stato dell’arte e chiarimenti.
Dicembre 2022: Azienda Sanitaria del Materano. Mancata approvazione bilancio consuntivo 2021. Chiarimenti.
Gennaio 2023: Azienda Sanitaria del Materano. Direttrice Generale. Provvedimenti.
Quanto appena rappresentato, sottolinea Roberto Cifarelli, rende evidente un atteggiamento del Presidente Bardi e del centrodestra in Consiglio regionale, considerata la tipologia delle interrogazioni, quantomeno al limite della omissione.
Ho presentato una ennesima interrogazione che riguarda la nomina, fatta dalla DG dell’ASM Pulvirenti, del dott. Matteo Orciuli a nuovo direttore amministrativo della Asm di Matera.
Dalla lettura dell'allegato curriculum alla delibera di nomina è possibile apprezzare un impegno politico significativo del neo direttore amministrativo dell'Asm come amministratore pubblico nel comune di Albano Laziale e come componente della segreteria dell'ex presidente della Regione Lazio, Renata Polverini. Lo stesso si è laureato presso l'Università degli Studi di Teramo in Scienze dell'amministrazione nell'anno 2019 ed è dirigente semplice a tempo determinato dal 16.9.2022 presso la ASL Roma 6.
Il Decreto Legislativo 502/92 e successive integrazioni e modifiche stabilisce che, per la nomina a direttore amministrativo, sono richiesti i seguenti requisiti: a) laurea in discipline giuridiche o economiche; b) eta' inferiore a sessantacinque anni; c) esperienza almeno quinquennale di direzione tecnica o amministrativa in enti, aziende o strutture sanitarie pubbliche o private di media o grande.
Dal curriculum allegato alla deliberazione non sembrano intravedersi la presenza di detti requisiti, conclude Roberto Cifarelli, di cui spero che il presidente Bardi e l’assessore al ramo rispondano presto. Sul piano politico a ricordarci tutto quanto accaduto non saranno state le indagini e il terremoto giudiziario che ha colpito il centrodestra lucano, ma le risse davanti agli sportelli che i lucani sono costretti e vivere per ottenere una visita medica con il paradosso che, a causa di una spesa sanitaria verso altre regioni che mai aveva raggiunto questi livelli, i cittadini lucani non possono manco più usufruire di prestazioni sanitarie in altre regioni.

“Dal 1° gennaio 2023 sono stati soppressi i collegamenti regionali, ferroviari e sostitutivi, da e per Taranto e da e per Metaponto determinando gravi disservizi per le popolazioni del metapontino costretti a raggiungere le stazioni di Metaponto e Taranto con mezzi propri con grave rischio di incidenti, aumento dei costi e di emissioni inquinanti”. E’ quanto dichiara il capogruppo in Consiglio regionale Roberto Cifarelli.

Un tavolo istituzionale per aprire un confronto serio sulle criticità della sanità, in particolare di quella del materano, e un invito al confronto con i rappresentanti del territorio prima della presentazione della bozza del nuovo piano sanitario regionale.

La decisione del Governo nazionale di ridurre la platea dei percettori di Reddito di cittadinanza a partire dal prossimo mese di luglio e la contestuale decisione del Governo regionale di porre termine alla misura regionale del Reddito minimo di inserimento e dei Tirocini di inclusione sociale rischiano di amplificare il disagio sociale già esistente in Basilicata.

Post Gallery

Aperto sportello per scelta e revoca medico medicina generale e pediatra

Antonio Lanorte eletto nella Segreteria Nazionale di Legambiente

L’Isis Pitagora chiama, Montalbano Jonico risponde. Flash-Mob in difesa della scuola smembrata

Carabinieri sequestrano discarica abusiva

Chiorazzo: “Presentiamoci ai lucani con una proposta chiara. Uniti si vince”

Chiusa al traffico la rampa dello svincolo ‘Ferrandina-Matera’

Al PalaSergio grande festa di sport con la Pisticci Seven e la Pol CS Pisticci

Accoltellamento tra due uomini extracomunitari

Camion per il trasporto di olio di oliva si ribalta sulla 407 Basentana