Sabato, 15 Giugno 2024

Lo scorso 25 Gennaio a Ferrandina la Provincia di Matera, i sindaci dei Comuni di Matera, Ferrandina, Pisticci, Pomarico, Miglionico, Grottole, Grassano, Salandra, Garaguso, Tricarico, Craco, il Consorzio industriale di Matera, le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil di Matera, gli esponenti di Confindustria, Confapi, CNA, CIA, Alleanze Cooperative, Confartigianato, Confimi, degli Ordini Professionali, dell’Associazione Zona Franca Urbana Matera, nonché (fiorellino all’occhiello) l’Associazione culturale “La Scaletta”, sottoscrivevano il documento d’intenti titolato “Tavolo Permanente della Valbasento”, finalizzato “al rilancio, allo sviluppo ed al monitoraggio della Zona industriale della Valbasento pianificata già negli anni ‘60 dal Consorzio Industriale della Provincia di Matera e che interessa i territori dei comuni di Garaguso, Salandra, Ferrandina, Pisticci, Pomarico, Miglionico, Grottole e Grassano”.

L’assessore all’Ambiente, Territorio ed Energia, Cosimo Latronico e l’Assessore alle Politiche della Persona Francesco Fanelli, hanno tenuto questa mattina in Regione un tavolo tecnico per fare il punto sullo stato di attuazione della bonifica ex opificio Materit e sue pertinenze. Ai lavori hanno preso parte, tra gli altri, il direttore generale dell'ambiente del territorio e dell'energia, Roberto Tricomi, il responsabile unico del procedimento di bonifica Carlo Gilio, il dirigente dell’Ufficio Economia Circolare Canio Sileo, il direttore generale ed il direttore scientifico di Arpab - Donato Ramunno e Achille Palma, il sindaco di Ferrandina - Carmine Lisanti, la vicesindaco di Grottole, Mariapina Cosentino, i rappresentanti dell’Associazione “Esposti Amianto – Valbasento”.

“Oggi firmiamo un documento importante per il rilancio e lo sviluppo della Val Basento. La presenza di tutti gli attori politici e istituzionali e del mondo associativo del territorio è una condizione essenziale per le necessarie azioni di concertazione che devono guidare una seria programmazione”.

Per la segretaria generale Nora Garofalo non vanno disperse le opportunità legate alle risorse del territorio

Dopo il rinvio, giovedì 25 gennaio 2024, alle ore 16.00, nella sala consiliare del Comune di Ferrandina, su invito dei Comuni di Matera, Ferrandina e Pisticci, i rappresentanti delle istituzioni territoriali, insieme a ordini professionali, associazioni culturali e di categoria, si riuniranno per la firma congiunta del documento programmatico relativo al lavoro di rete svolto dal Tavolo permanente della Valbasento per il rilancio e lo sviluppo della Basilicata.

Alla firma saranno presenti il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, la commissaria Zes Jonica, Floriana Gallucci, e l'Assessore regionale allo Sviluppo economico e Lavoro, Michele Casino, che illustreranno gli sviluppi progettuali e gli investimenti già presi in carico dalla Regione e dalla Zes. Saranno inoltre presentate novità di rilievo riguardanti investimenti pubblici in Valbasento, a partire dal nodo ferroviario, fondamentale infrastruttura per la realizzazione della piattaforma logistica.

La sottoscrizione del documento programmatico rappresenta un'importante occasione per comprendere le prospettive di crescita e sviluppo della Valbasento, nonché per evidenziare i passi concreti compiuti verso il potenziamento economico e infrastrutturale dell'area.

Post Gallery

La ASD Nuova Futsal Pisticci si presenta al pubblico. Gallery

Marconia si prepara all’ottava edizione della “Festa della Musica”

Siccità, in Basilicata situazione tragica. "Gli agricoltori rinunciano alla trebbiatura"

Settore apistico in ginocchio, richiesta l’apertura del “tavolo di crisi” in Regione

Assessore Negro su videosorveglianza: il Comune aggiungerà 100 dispositivi

Sodo annuncia 27 postazioni di videosorveglianza nel territorio del Comune di Pisticci

Presentato il progetto di videosorveglianza per l’area Metapontina finanziato dal Ministero dell’Interno

Visita del generale Antonio De Vita al comando provinciale Carabinieri di Matera

Siccità e crisi idrica in Basilicata: Lazazzera interpella il presidente Bardi