Mercoledì, 18 Maggio 2022

L’ex assessore Rocco Leone, attuale consigliere regionale, avrebbe offeso pesantemente l’assessore Donatella Merra durante il voto per l’elezione del Presidente del Consiglio. La Mewrra avrebbe chiesto un consiglio medico a causa del suo mal di gola. A tale richiesta Leone avrebbe rispostyo alla diretta interessata una cosa, ma ad alcuni membri dell’assise avrebbe pronunciato: “Le ho consigliato gargarismi di pisello.”

Leone dal canto suo, intervistato dall’ANSA, avrebbe risposto: “Una battuta goliardica che non ha altri significati. Ribadisco il mio rispetto verso tutte le donne come dimostra la mia vita e la mia carriera professionale e verso il consiglio regionale della Basilicata, che è il massimo consesso democratico della nostra Regione”

La risposta all’ANSA, però non avrebbe placato gli animi infatti è unanime il grido di sdegno del mondo polito e di quello dei sindacati.

Margherita Perretti (Commissione regionale pari opportunità): “Apprendiamo, con non poco sgomento, che le operazioni di voto del Presidente del Consiglio Regionale della Basilicata siano state animate da una singolare attitudine a preoccuparsi della “salute” delle colleghe dell’assise, piuttosto che dalla necessità di garantire al popolo lucano la certezza di un governo stabile e duraturo. Per una pura casualità, evidentemente. Se è difficile, infatti, condividere con le donne che offrono il proprio impegno nella vita politica, le posizioni di responsabilità istituzionale nonchè i ruoli di rappresentanza e di governo della regione, attenendosi ai numeri strettamente necessari al rispetto del livello minimo di civiltà, risulta estremamente facile,ridondante e quasi scontato, abbandonarsi in considerazioni, apprezzamenti e consigli che nulla hanno a che vedere con la civiltà che si chiede a chiunque, sia all’uomo della strada che a quello delle istituzioni. Anzi. Evidentemente il consigliere Leone ha peccato di una inedita “generosità”, chissà se connessa al suo “lavoro” di medico, confuso con gli impegni prettamente istituzionali visto che si è preoccupato di dispensare l’uso di specifici trattamenti verso la collega consigliera e assessora Merra o ha più semplicemente sconfinato nella solita e pittoresca abitudine di maschio, dimentico del ruolo che occupava, più affine ai ritrovi portuali che ad una convocazione consiliare. La CRPO, porgendo la sua solidarietà all’assessora Merra, chiede quindi, senza scendere nei particolari alquanto disgustosi che circolano addebitando alla nostra regione una nuova nota di demerito, le dimissioni immediate oltre alle pubbliche scuse del consigliere Leone.

Carlo Rutigliano (Segretario di Articolo Uno Basilicata): “Le parole di Rocco Leone sono sconcertanti. La Basilicata non può tollerare il linguaggio della miserabile offesa sessista. Si dimetta. Mi auguro che il neo rieletto Presidente del Consiglio Regionale, Carmine Cicala, non scelga di voltarsi dall’altra parte. Solidarietà, da parte mia e di tutta la comunità di Articolo Uno, all’Assessore regionale Merra.”

CGIL, CISL e UIL: il consigliere Leone, rivolgendo all’assessore Merra frasi oscene, irripetibili e inaccettabili già in un contesto “ordinario” e a maggior ragione in quella che è la massima assise istituzionale e politica della regione, ha offerto uno spettacolo indecoroso che conferma, qualora qualcuno ne avesse ancora il dubbio, la becera cultura maschilista in cui le donne chiamate a ricoprire incarichi politici e istituzionali, ma anche in altri contesti, da quello lavorativo a quello domestico, sono costrette ad operare, nonché l’inadeguatezza di molti dei rappresentanti politici e istituzionali.

A tal proposito Domani, 3 maggio, alle 12:00, Cgil Cisl Uil Basilicata terranno una manifestazione aperta alla partecipazione di tutte le forze democratiche, le associazioni, le forze civili, i cittadini, uomini e donne, per chiedere le immediate dimissioni del consigliere Rocco Leone. È il momento di dire basta ad alta voce: invitiamo i cittadini, i partiti, le associazioni, tutti coloro che ritengono inaccettabile tale cultura a partecipare domani mattina in viale Verrastro, a Potenza, davanti alla sede della Regione Basilicata per chiedere le dimissioni del consigliere Leone.

È Scanzano Jonico, comune sciolto per infiltrazioni mafiose e attualmente commissariato, la piazza scelta da Cgil, Cisl e Uil Basilicata per celebrare il primo maggio. Al centro dell’iniziativa, che si terrà alle 10 in via Tommaso Morlino, i temi della pace, della legalità, della buona occupazione e della solidarietà.

“La mancata approvazione del bilancio di previsione regionale e la persistente autorizzazione, fuori termine, dell'esercizio provvisorio stanno determinando una vera paralisi dell'attività amministrativa regionale con gravi ripercussioni su imprese, famiglie e lavoratori in attesa, in molti casi, di ricevere ancora, a distanza di mesi, crediti e contributi spettanti per emergenza Covid e non solo”. Lo afferma il segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa.

In concomitanza con la manifestazione nazionale di Cgil, Cisl e Uil del Primo Maggio ad Assisi, le Segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil Basilicata hanno deciso di dedicare ai temi della pace, legalità, buona occupazione e solidarietà la Festa del Lavoro con manifestazione regionale a Scanzano Jonico.

Summa: “Una questione di tale importanza, su cui più volte è stato sollecitato di non abbassare la guardia, è passata inosservata nell'indifferenza totale del governo regionale”

Pagina 1 di 14

Ultimi Tweets

From IFTTT
Vasta operazione antidroga: arrestati in19 dai Carabinieri. Video https://t.co/viIXJN0tUS https://t.co/KTZSvDFul3
From IFTTT
Il colpevole ritardo dell'Amministrazione Albano nell'approvazione del bilancio di previsione frena lo sviluppo del… https://t.co/EMF0F07VsZ
From IFTTT
Riaperte le biglietterie delle stazioni di Metaponto e Maratea https://t.co/K6GmyxrZzw https://t.co/rBJ5m4fcZ8
Follow Pisticci.com on Twitter

Post Gallery

Vasto blitz dei Carabinieri contro gruppo criminale dedito al narcotraffico. Sfruttato un minore, arresti anche a Marconia

Vasta operazione antidroga: arrestati in19 dai Carabinieri. Video

Il colpevole ritardo dell'Amministrazione Albano nell'approvazione del bilancio di previsione frena lo sviluppo del territorio

Riaperte le biglietterie delle stazioni di Metaponto e Maratea

Marrese su fondo unico autonomie locali: servono ulteriori risorse

Nuovo incontro sulla sanità nella sede della provincia di Matera

Legambiente: la Corte Costituzionale boccia la Basilicata che blocca le rinnovabili

Venerdì 20 maggio riparte il Cantiere della Partecipazione

La nostra storia: 70 anni fa la legge De Gasperi sullo sfollamento dei Sassi di Matera