Lunedì, 27 Maggio 2024

È con la celebrazione della Santa Messa, officiata dal Cappellano militare della Legione Carabinieri Basilicata Don Giovanni Caggianese e dal Vicario del Vescovo Don Biagio Colaianni, accompagnata dai soavi canti sacri di Cettina Urga, che sono iniziate martedì 21 novembre alle ore 9.00 le celebrazioni per la Virgo Fidelis, Patrona dell’Arma dei Carabinieri. Il momento di raccoglimento, che ha avuto come teatro la Cattedrale di Matera, è stato però solo l’esordio di una giornata come sempre fitta di emozioni. In questo giorno, infatti, l’Arma non rende solo omaggio alla Vergine “Fedele fino alla morte”, ma celebra anche la Giornata dell’Orfano, con la quale l’Istituzione intera e con essa l’ONAOMAC, l’opera di assistenza che si dedica proprio ai figli dei militari scomparsi, si stringe intorno a quelle famiglie segnate da perdite inconsolabili.

In riferimento all’incidente verificatosi ieri tra Matera e Montescaglioso e che ha coinvolto un autobus di Ferrovie Appulo Lucane, l’Azienda rende noto di aver immediatamente avviato un’inchiesta amministrativa interna per chiarire la dinamica dei fatti.

La Polizia di Stato ed i Carabinieri di Matera, a seguito di un intervento congiunto, hanno arrestato in flagranza un uomo, di nazionalità tunisina e regolare sul territorio italiano. Resistenza a pubblico ufficiale, lesioni, minacce gravi e danneggiamento aggravato sono i reati ipotizzati nei suoi confronti.

Alle ore 15 a Montescaglioso, lungo la strada provinciale Matera-Montescaglioso, un bus delle Ferrovie Appulo Lucane con a bordo circa 50 persone, prevalentemente giovani studenti, in prossimità di una curva, per cause in corso d’accertamento, usciva fuori dalla sede stradale terminando la corsa in un lieve dislivello laterale. Sul posto giungeva la Stazione Carabinieri di Montescaglioso, il NORM – Sezione Radiomobile di Matera, la Stazione dei Carabinieri Forestale di Montescaglioso e personale del 118 con ambulanze ed un’eliambulanza.

Anche a Pisticci truffata una signora con il metodo del finto incidente stradale che avrebbe coinvolto un familiare. Questi “abili “truffatori-attori” con questo metodo sono riuscirti a farsi consegnare dalla disperata donna un bottino importante, per poi far disperdere le loro tracce. Un atto ignobile che non solo allarma e spaventa il malcapitato, ma lo priva dei risparmi e di valori affettivi (oro e gioielli) sacrifici di una vita.

Post Gallery

Tenuta Visconti sarà premiata al 57° evento Industria Felix – L’Italia che compete

L'IC Flacco all'università Bocconi per la finale dei campionati internazionali di giochi matematici

La badante maltratta l’anziana: la polizia l’arresta

Per gli altri: “ALIIS”. Nasce a Pisticci un ambulatorio volontario di stampo infermieristico

Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla: a Marconia l'iniziativa 'AISM Informa'

Presentato il progetto “Il futuro dopo noi”

FIDAPA Bpw Italy. Minori, Ugl Matera: “L’affermazione dei diritti dell’infanzia non è a compimento”

Inclusione: a Policoro concluse con soddisfazione le attività del GLO

“Mamma mia! La grande sfida della maternità”. Se ne discuterà a Pisticci